Si fingeva ricco e bocconiano, ma era un ladro: albanese in manette. «In casa orologi e quadri di lusso»

Si fingeva ricco e bocconiano, ma era un ladro: albanese in manette. «In casa orologi e quadri di lusso»

Klodian Nikolli, 27 anni e origini albanesi, aveva preso in giro proprio tutti: esibiva una laurea alla Bocconi mai conseguita, si faceva chiamare «l’economista», ma in realtà non era chi diceva di essere. Scappato dai domiciliari dopo essere stato arrestato a febbraio, è stato riacciuffato dalla polizia dopo tre mesi di latitanza.

Morto Grumpy Cat, il gatto "musone" più famoso del mondo. Aveva 2,4 milioni di fan su Instagram

Nella sua casa a Milano c’erano diamanti, orologi di lusso, quadri di valore: ma non erano oggetti comprati da lui, ma il bottino dei suoi furti, dato che la sua principale occupazione era infatti quella di ladro di appartamenti. Un ladro che si avvicinava a case di lusso usando il suo charme nel corteggiare ragazze ricche, di cui poi svaligiava gli appartamenti.



Quando uno dei poliziotti lo ha riconosciuto a bordo di una Mercedes bianca, è scattato l’inseguimento: come racconta il Corriere della Sera, prima gli agenti lo hanno tampinato in auto, poi Klodian è sceso dalla vettura ed è scappato a piedi. Ma la sua corsa è durata poco: dopo essersi arrampicato su una recinzione alta due metri, è caduto male fratturandosi tibia e perone. Quando la polizia gli ha chiesto perché aveva lasciato la macchina, la sua risposta è stata irriverente: «A fregarvi con la corsa c’era più gusto».


Venerdì 17 Maggio 2019, 19:15
© RIPRODUZIONE RISERVATA