Milano, cocaina nell'auto per incastrare la comandante: il vigile Salvatore Furci ai domiciliari

Milano, cocaina nell'auto per incastrare la comandante: il vigile Salvatore Furci ai domiciliari

Scarcerato Salvatore Furci, ex comandante dei vigili urbani di Trezzano sul Naviglio, in provincia di Milano. L'uomo è accusato di aver tentato di incastrare la collega Lia Vismara, la comandante dei vigili di Corbetta, facendo piazzare nell'auto della donna cinque dosi di cocaina. Furci si trova da qualche giorno agli arresti domiciliari.

 

Leggi anche > Milano, guai per un'ex guardia giurata: 14 chili di hashish in casa e 3 pistole scomparse

 

La vicenda risale all'inizio di gennaio 2020, quando Lia Vismara fu sorpresa durante un controllo con delle dosi di cocaina nascoste nell'auto. La comandante dei vigili urbani di Corbetta aveva sempre sostenuto di essere innocente e di essere stata vittima di un vero e proprio intrigo. Dopo lunghe indagini, infatti, cinque mesi fa era stato arrestato proprio Salvatore Furci, che voleva vendicarsi della collega per essere stato licenziato.

 

L'ex comandante dei vigili, imputato per calunnia e detenzione di droga, secondo l'accusa avrebbe piazzato la cocaina nella macchina di Lia Vismara grazie ad un complice. Nei giorni scorsi il legale dell'uomo, Gabriele Minniti, ha chiesto la scarcerazione, accolta dal giudice monocratico Maria Pia Blanda. Il dibattimento è stato poi rinviato al 24 settembre.


Ultimo aggiornamento: Martedì 14 Settembre 2021, 22:06
© RIPRODUZIONE RISERVATA