Milano, il medico d'ospedale nell'area Covid-19: «Esaudiamo gli ultimi desideri, un camice bianco nella bara»

video

Sono medici in prima linea: all'ospedale Policlinico di Milano l'area rossa è una zona di frontiera, qui si combatte h24 il Covid-19. Tante storie strazianti, spesso raccontate sui social. I medici sono costretti a dare loro informazioni ai parenti dei ricoverati e, nel peggiore dei casi, comunicare il decesso del malato di coronavirus. Fino ad esaudire gli ultimi desideri. 

«Stanotte probabilmente ci lascerà un paziente - scrive il medico del Policlinico di Milano, Andrea A. in un commovente post Facebook -. Un medico, a vederlo di quelli di una volta. Il figlio ci ha chiesto di mettere un camice nella bara. Mi sono guardato con Vincenzo e Kordelia, i miei compagni di turno e, a costo di mettere i nostri, abbiamo deciso che questo desiderio sarà esaudito. Umanità e solidarietà, uno dei passaggi fondamentali per sconfiggere quel maledetto virus».

In ospedale i rischi per i medici sono tantissimi: molti di loro sono allo stremo delle forze. Anche a loro si è rivolto oggi il Governatore lombardo, Attilio Fontana.
«Le misure rigorose assunte 15 giorni fa provare a dare i frutti e da qualche giorno nella linea delle nuove regole non esistenti, si è consolidato e anzi tende ad andare verso una riduzione ». Lo ha detto il Governatore lombardo Attilio Fontana nel suo intervento in Consiglio regionale. «Questa è la prova che, l'ultimo sistema per combattere il virus, per quale sia oggi e non è stato trovato né una cura né un vaccino efficace, è necessario ogni forma di contagio», ha aggiunto. 
 


Ultimo aggiornamento: Martedì 31 Marzo 2020, 13:44
© RIPRODUZIONE RISERVATA