Milano, vaccini 75-79, primo giorno tutti in coda sotto la pioggia. Over 60, Fontana: «Per partire con le prenotazioni aspettiamo le nuove dosi»
di Simona Romanò

Milano, vaccini 75-79, primo giorno tutti in coda sotto la pioggia. Over 60, Fontana: «Per partire con le prenotazioni aspettiamo le nuove dosi»

Ore di coda sotto la pioggia scrosciante per ricevere il vaccino anti-Covid. Sono partite fra i disagi le somministrazioni ai lombardi tra 75 e 79 anni: ieri, primo giorno di inoculazioni, si sono formate lunghe file davanti ad alcuni hub, soprattutto quello di Trenno e l’ospedale militare di Baggio, dove non sono mancati momenti di forte agitazione tra i 70enni esasperati, accalcati per ore sul marciapiede, sotto l’acqua. «Non fate assembramento, lasciate libero il passaggio», ripetevano i vigili chiamati a controllare l’affollamento e gli ingorghi in strada, con tutte le macchine dei parenti dei vaccinandi. «È una vergogna, fate entrare chi fatica a stare in piedi», dicevano gli anziani. Proprio in via Saint Bon una donna è caduta sull’asfalto bagnato: ferita al polso, è stata trasportata al San Carlo. «Le lunghe attese per colpa del raddoppio delle postazioni vaccinali, da 6 a 12 per garantire 1200 punture al giorno», hanno spiegato i medici dell’hub. La pioggia ha fatto il resto, ma non solo: ieri, oltre ai 75-79enni, erano convocati gli over 80 per la seconda dose. Un mix che ha creato confusione. Più code del previsto anche al drive through di Trenno dove si lavora sette giorni su sette, dalle 8 alle 20. Più tranquilla, invece, la situazione negli ospedali, come al Policlinico (800 vaccinati alle 13): i sanitari, però, notano «tempi più lunghi del colloquio preliminare perché le persone fanno domande o non vogliono AstraZeneca».

 

 AUTOCANDIDATI In cinque giorni sono state vaccinati altri 20.000 over 80 “dimenticati”, senza appuntamento; quindi, dicono dalla Regione, «sono stati immunizzato tutti coloro che potevano spostarsi autonomamente, oltre 600.000 persone». Mancano gli anziani da vaccinare a domicilio, «da oggi raggiunti anche con 5 camper e medici dell’esercito».

 

OVER 60 «Apriremo le iscrizioni solo quando avremo coscienza delle prossime forniture», ha avvertito il governatore Attilio Fontana. Altra incognita sono gli under 60 da immunizzare a maggio, per cui non è più raccomandato AstraZaneca.


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 14 Aprile 2021, 08:42
© RIPRODUZIONE RISERVATA