Vaccini, Pfizer: «La seconda dose è competenza delle autorità sanitarie»

Vaccini, Pfizer: «La seconda dose è competenza delle autorità sanitarie»

Dopo le polemiche nate dal consiglio di mantenere i 21 giorni tra la prima e la seconda dose di vaccino, Pfizer ha diffuso una nota di chiarimento. «Per Pfizer non è in discussione il piano vaccinale, l'azienda si limita a riportare quanto emerso dagli studi registrativi - si legge -. Le raccomandazioni sui regimi di dosaggio alternativi sono di competenza delle autorità sanitarie».

 

Vaccino, Pfizer dice no alla seconda dose allungata: «Va fatta dopo 21 giorni». Vaia (Spallanzani): «L'efficacia non cambia»

 

Nel suo statement, l'azienda farmaceutica aggiunge: «Come azienda biofarmaceutica che lavora in un settore altamente regolamentato, la nostra posizione è supportata dal riassunto delle caratteristiche di prodotto e dall'indicazione concordata con le autorità regolatorie sulla base dei dati del nostro studio di fase 3 effettuato con 2 dosi a 21 giorni di distanza». E conclude: «Rimaniamo impegnati nel nostro dialogo continuo con le autorità sanitarie e i governi, e nei nostri continui sforzi di condivisione dei dati per contribuire a informare qualsiasi decisione di salute pubblica volta a sconfiggere questa devastante pandemia».


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 12 Maggio 2021, 11:42
© RIPRODUZIONE RISERVATA