Uccisa in casa a Bolzano barista trentenne: la polizia cerca il marito

La donna viveva in una zona residenziale a pochi passi dal centro storico

Uccisa in casa a Bolzano barista trentenne: la polizia cerca il marito

 A Bolzano una giovane donna è stata uccisa nella sua abitazione. L'allarme è scattato nel tardo pomeriggio, dopo una segnalazione. Il delitto si sarebbe consumato parecchie ore prima del rinvenimento della salma. Anche se è massimo il riserbo degli inquirenti, ormai ci sono pochi dubbi che si tratti dell'ennesimo femminicidio. Si indaga infatti sui legami più stretti della vittima.

Il delitto diverse ore prima del ritrovamento della salma

Il delitto si sarebbe consumato parecchie ore prima del rinvenimento della salma. Nell'appartamento in viale Trieste sono intervenuti la squadra mobile della questura di Bolzano e la scientifica. La donna di circa 30 anni lavorava come barista in un esercizio del capoluogo altoatesino. Per il momento non trapelano elementi sulla dinamica e sull'autore del delitto che comunque sarebbe riconducibile alla vita privata della donna. La donna viveva in una palazzina al numero civico 42 di viale Trieste, nelle immediate vicinanze della piscina pubblica «Lido». Si tratta di una zona residenziale, tra i fiumi Isarco e Talvera, a pochi passi dal centro storico di Bolzano. Agenti di polizia controllano l'accesso al condominio. Nell'appartamento è tuttora al lavoro la scientifica. In serata la salma è stata caricata sul furgone di un servizio funebre. La pm Claudia Andres che coordina l'inchiesta ha ordinato l'autopsia. 


Ultimo aggiornamento: Lunedì 24 Ottobre 2022, 08:07
© RIPRODUZIONE RISERVATA