Sette 19enni positivi di ritorno da Corfù: «Avevamo la mascherina, l'abbiamo tolta perché ci guardavano male»

Sette 19enni positivi di ritorno da Corfù: «Avevamo la mascherina, l'abbiamo tolta perché ci guardavano male»

Sono in crescita i casi di contagi provenienti dall’estero da parte di italiani che tornano dalle vacanze: l’ultimo riguarda sette giovanissimi della provincia di Arezzo (sei di Montevarchi, uno di Laterina) che sono risultati positivi al Covid-19 dopo una vacanza in Grecia a Corfù. Altri 4 coetanei erano già risultati positivi nei giorni scorsi.

Leggi anche > Il verbale segreto del Cts: «Il 10 marzo disse sì al lockdown totale in tutta Italia»

I nuovi positivi in tutto sono 9: i 7 ragazzi, la mamma di uno di loro, e un altro 19enne tornato anche lui da Corfù ma che non era stato in loro compagnia. Alle autorità sanitarie, racconta il Corriere della Sera, i ragazzi hanno detto che a Corfù «l’atmosfera era molto tranquilla, come se il virus non fosse mai esistito», e che le autorità greche non avevano imposto obbligo di mascherina.

Loro però la mascherina ce l’avevano, e per un po’ l’hanno anche indossata: «Ma eravamo gli unici, gli altri ragazzi ci guardavano come fossimo dei marziani, così alla fine le abbiamo tolte», la loro giustificazione. Tra discoteche e locali, nessun controllo e pochissime mascherine: e il risultato, con la positività e di conseguenza la quarantena, è evidente.
Ultimo aggiornamento: Lunedì 10 Agosto 2020, 14:49
© RIPRODUZIONE RISERVATA