Allerta meteo, scuole chiuse a Roma e in mezza Italia: emergenza neve a bassa quota

Allerta meteo, scuole chiuse a Roma e in mezza Italia: emergenza neve a bassa quota

  • 127
    share
Effetto Burian: oggi, lunedì 26, scuole chiuse a Roma per l'annunciata ondata di maltempo e dell'allerta neve. «È stata firmata l'ordinanza sindacale che dispone la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado, compresi gli asili nido, sul territorio di Roma per lunedì 26 febbraio», si legge in una nota del Campidoglio.



Domani a Roma, si legge nel documento, saranno chiusi anche i parchi, le ville storiche e i cimiteri «fino a cessata allerta». Le due ordinanze, quella relativa alla chiusura delle scuole e dei parchi e cimiteri, sono state adottate in considerazione «dell'ultimo aggiornamento delle previsioni fornite dalla Protezione Civile regionale che confermano i rischi di neve e forti gelate».

Un elenco già lungo ma che, viste le previsioni meteo, è destinato ad essere costantemente aggiornato ora dopo ora. Ecco in quali comuni italiani le scuole resteranno chiuse per tutta la giornata di domani, lunedì 26 febbraio, con il peggiorare del maltempo dovuto all'influsso del Burian sull'Italia. In alcune città, a causa dell'emergenza neve anche a bassa quota, la chiusura delle scuole è stata disposta anche per i giorni successivi.

LEGGI ANCHE ---> Burian sta arrivando, temperature sottozero: fino a -15°​



LEGGI ANCHE ---> Venezia, pilone abbattuto dal vento sul Ponte della Libertà. Traffico bloccato, una testimone: "Viva per un soffio"

In Emilia-Romagna già disposta la chiusura delle scuole di alcuni comuni montani in provincia di Parma (Bore, Bardi, Varsi e Berceto).

In Abruzzo chiuse le scuole nei quattro capoluoghi di regione. Sospesa l'attività didattica anche nei tre atenei. Anche a Teramo, dopo L'Aquila, Pescara e Chieti, il commissario prefettizio ha deciso per domani di sospendere le attività didattiche. Nei maggiori comuni abruzzesi, gli studenti resteranno a casa domani e anche, in alcuni casi, martedì, in provincia di Pescara a Montesilvano, Spoltore, Penne, Città Sant'Angelo, Scafa, Rosciano, Pianella. Altri comuni dell'entroterra soprattutto nell'area vestina decideranno in queste ore. In provincia di Teramo attività scolastiche sospese, oltre che nel capoluogo, anche a Giulianova, Atri, Roseto degli Abruzzi e Isola del Gran Sasso. In provincia di Chieti, scuole chiuse per il momento a Vasto, Fossacesia, Santa Maria Imbaro. Da monitorare in serata la situazione nei comuni dell'alto Vastese. Nella serata altri comuni potrebbero decidere di sospendere per domani le attività didattiche nelle scuole.

Nelle Marche, ad Ancona, il sindaco Valeria Mancinelli ha disposto per lunedì 26 e martedì 27 febbraio «la chiusura di tutte le scuole di ogni ordine e grado sul territorio comunale e la chiusura degli asili nido e scuoled'infanzia del Comune di Ancona». A Senigallia, dove le scuole sono rimaste chiuse nelle giornate di venerdì e sabato, potrebbe giungere a breve l'annuncio della proroga. Niente lezioni anche a Macerata, Fermo, Jesi, Montegranaro, Fabriano, Pergola, Fratte Rosa, Treia, San Ginesio, Monte San Giusto, Corridonia e Fiastra.

LEGGI ANCHE ---> Burian sta arrivando, temperature sottozero: fino a -15°. Molte scuole chiuse, l'elenco aggiornato

In Umbria diversi comuni hanno già annunciato la chiusura delle scuole per la giornata di domani a cominciare dai capoluoghi Perugia e Terni: si tratta di Gualdo Tadino, Gubbio, Fossato di Vico, Sigillo, Costacciaro, Pietralunga, Scheggia, Nocera Umbra e Valtopina, Pascelupo, Campello, Castel Ritaldi, Montelfalco, Trevi, Gioano dell'Umbria  e Gualdo Cattaneo. Chiuse anche Foligno, Assisi e Città di Castello.

La neve sta per colpire anche il Lazio: a Castel Gandolfo è stata disposta la chiusura delle scuole per tutta la giornata di domani, dal momento che si attende una copiosa nevicata nella notte tra domenica e lunedì. Stesso provvedimento deciso anche dai comuni di Nemi, Rocca Priora, Rocca di Papa e Ariccia. Molta preoccupazione nel Frusinate: oltre al capoluogo, le scuole resteranno chiuse anche a Patrica, Anagni, Amaseno, Boville Ernica, Pico, Fontana Liri, Colle San Magno, Monte San Giovanni Campano, Ceprano, Vallecorsa, Castro dei Volsci (anche martedì), Ceccano, Sora, Isola del Liri, Castelliri, Alatri Ferentino, Arpino, Pontecorvo, Vico nel Lazio, Veroli, Supino, Paliano, Fiuggi, Guarcino, Trivigliano, Sgurgola, Veroli e Cassino.

In altri comuni, tra cui quello di Fiumicino, le lezioni dovrebbero svolgersi regolarmente anche se le condizioni meteorologiche sono monitorate costantemente. Per l'allerta meteo domani scuole chiuse a Tivoli e in molti paesi dei Castelli romani. Molti i sindaci che hanno adottato un'ordinanza di chiusura degli istituti scolastici. Studenti a casa a Castel Gandolfo, Monte Compatri, Lanuvio e Frascati. Sui Monti Prenestini analogo provvedimento è stato preso dai sindaci di Labico, Palestrina e Zagarolo.

In Campania preoccupa l'area montana del Sannio: domani scuole chiuse in via precauzionale nel Beneventano, a Montesarchio, Rotondi, Paolisi, Moiano e Castelfranco in Miscano, mentre per il capoluogo non c'è ancora alcuna comunicazione ufficiale in merito. A Cervinara (Avellino) niente lezioni per due giorni: le scuole resteranno chiuse domani e martedì. Scuole chiuse domani e martedì ad Avellino, Ariano Irpino e in quasi tutti i comuni dell'Alta Irpinia, più degli altri interessati dalla perturbazione meteorologica che annuncia piogge forti, nevicate anche a bassa quota e un forte abbassamento delle temperature. Stesso provvedimento anche a Benevento e a Guardia Sanframonti.

Allerta meteo anche in Sardegna: scuole chiuse nei comuni montani della Gallura. I sindaci di Tempio Pausania, Luras, Calangianus e Bortigiadas hanno emanato l'ordinanza di chiusura di tutte le scuole in previsione dell'arrivo dell'ondata di freddo artico che, secondo le previsioni meteo, porterà neve e gelate nella parte nord orientale della Sardegna. La sindaca di Luras, Marisa Careddu, ha attivato il Coc, il Centro operativo comunale, preavvisando i dirigenti dei vari settori e preparando i mezzi in caso di necessità. Analoghe decisioni potrebbero arrivare nelle prossime ore da parte dei sindaci del Nuorese.
Domenica 25 Febbraio 2018 - Ultimo aggiornamento: 26-02-2018 09:48
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
DALLA HOME