Napoli, rider picchiato e derubato ancora senza lavoro: «Ha già rifiutato due proposte»

Video

Il rider rapinato a Calata Capodichino, nel napoletano, la scorsa settimana non ha ancora trovato lavoro. Gianni ha ricevuto molte proposte dopo il drammatico filmato che lo ha visto come protagonista, mentre viene accerchiato e deruato durante una consegna. Sebbene le proposte siano diverse però non ha ancora trovato un impiego adatto.

 

Leggi anche > Papà separato viola il coprifuoco per andare dalla figlia malata ma viene multato: «Non c'è necessità»

 

Le offerte

 

Il rider ha finora rifiutato due proposte che gli sono state fatte: la prima è stata quella della macelleria Bifulco di Ottaviano, la seconda quella di un punto vendita dei supermercati Sole 365 a Caivano. Le proposte sono arrivate quasi subito dopo l'aggressione ma per ora Gianni le ha rifiutate perché non conformi alle sue esigenze.

 

Il rifiuto

 

Il rider ha specificato di non potersi muovere nella provincia di Napoli. Come unico mezzo ha a disposizione il motorino e questo tipo di spostamenti con il suo mezzo sarebbero impossibili da fare. I suoi rifiuti però non sono andati giù a molti che hanno visto il suo atteggiamento poco corretto, avendo bisogno in modo urgente di un lavoro diverse persone si aspettavano che avrebbe accettato volentieri ogni tipo di impiego


Ultimo aggiornamento: Lunedì 11 Gennaio 2021, 19:40
© RIPRODUZIONE RISERVATA