Treviso, Omar Pagotto ucciso dal covid a 50 anni. Famiglia disperata: «Stava bene, il virus gli ha distrutto i polmoni»

Video

Omar Pagotto aveva solo 50 anni. Nessun problema di salute particolare. Lavorava come manutentore alla Doria e la sua vita ruotava attorno a quella della sua famiglia, sua moglie Simona e i suoi due figli Enrico, 22 anni, ed Elena, di 20. Il covid non poteva fargli più di tanto paura: è morto in poco tempo ad Orsago in provincia di Treviso.

 

Natale e Capodanno, l'annuncio del ministro Boccia: ecco cosa si potrà fare

 

 

 

Omar Pagotto, 50enne di Orsago, si è spento dopo tre settimane di ricovero in terapia intensiva. Lascia moglie e due figli .

«Non stava mai male, era robusto, tant’è che quando ha cominciato ad accusare i primi sintomi pensava tutt’al più a una colpo di freddo». Eppure, nel giro di poche settimane, quella che si pensava fosse un'influenza si è rivelata ben altro. Famiglia disperata: «Stava bene, il virus gli ha distrutto i polmoni». Ora lo piange un paese intero, come riporta Il Gazzettino.


Ultimo aggiornamento: Giovedì 17 Dicembre 2020, 15:45
© RIPRODUZIONE RISERVATA