Green pass, dipendenti non vaccinati isolati in un deposito: è bufera. «Noi discriminati»

Green pass, dipendenti non vaccinati isolati in un deposito: è bufera. «Noi discriminati»

L'ambiente non è igienizzato: sporcizia ed escrementi di animali in ogni angolo

«Discriminati perché in possesso del Green pass da tampone e non da vaccino, certificazione divenuta obbligatoria il 15 ottobre scorso». A denunciarlo sono alcuni dipendenti di un'azienda del Nord-Italia, che hanno realizzato un video all'interno del luogo di lavoro in cui sono stati relegati.

 

 

Leggi anche - Green pass sul lavoro, a Milano lunghe file per i tamponi in farmacia VIDEO

 

 

«Un deposito di materiali industriali e d'ufficio dismessi - si legge nella denuncia -, con scrivanie improvvisate in mezzo a rottami di varia natura e, soprattutto, in un ambiente non igienizzato, sporco e con escrementi di animali».

 


Ultimo aggiornamento: Martedì 19 Ottobre 2021, 15:47
© RIPRODUZIONE RISERVATA