Nicole, la modella italiana che ha messo la verginità all'asta: "Comprerò casa ai miei genitori. Io voglio studiare a Cambridge"

Nicole, la modella italiana che ha messo la verginità all'asta: "Comprerò casa ai miei genitori. Io voglio studiare a Cambridge"

  • 243
    share
Qualche giorno fa, la sua storia è stata raccontata addirittura dai media britannici: parliamo di Nicole, 18 anni (nome di fantasia), che ha messo all’asta la sua verginità su un sito di escort di lusso. Lei italiana, nome falso per non farsi scoprire dai genitori, è stata intervistata dall’Huffington Post, raccontando il perché della sua decisione.

L'ANNUNCIO SUL SITO DI ESCORT

«Non voglio diventare una escort - precisa - dopo questa esperienza mi dedicherò a tutt’altro. Intanto, con i soldi della ‘vendita’ “voglio comprare casa ai miei genitori», che però per ora non sanno nulla: nonostante le foto in bella mostra sul sito, nelle quali si mostra nella sua bellezza quasi candida, la bellezza pulita di una 18enne bionda, occhi azzurri e viso angelico.

LEGGI ANCHE Nicole, 18enne italiana, mette all'asta la sua verginità

«Avevo 16 anni quando ho deciso di vendere la mia verginità - racconta - stavo con un ragazzo che aveva qualche anno più di me, gli dissi che la consideravo una cosa importante e che la volevo perdere con qualcuno che fosse speciale. Lui disse che voleva una famiglia, dei bambini: mi spaventai e lo lasciai».



«Su internet ho trovato storie simili, di verginità messe all’asta: io cercavo dei modi per trovare i soldi per studiare, ho scoperto che alcune ragazze vendevano se stesse per cifre enormi. Quindi ho scelto di farlo anch’io appena compiuti 18 anni - continua - Vorrei comprare casa ai miei genitori, aiutare mia sorella a studiare, a frequentare una università prestigiosa all’estero. Io vorrei prendere lezioni di business a Cambridge».



«La base d’asta è partita da zero, finora l’offerta più consistente è stata di un milione di euro - conclude - lavoro anche come modella, ma non si guadagna bene. Questa mi sembrava l’unica via da percorrere. I miei genitori non sanno niente, non credo che mi capirebbero».

Più che di perdere la verginità con uno sconosciuto, ciò che preoccupa Nicole è il primo rapporto sessuale in sè: «Puoi perderla anche andando a letto con un ragazzo coetaneo, che poi però magari ti lascia perché ti vuole solo usare. Credo sia più rispettoso il comportamento di un uomo che ti ‘compra’, aiutandoti così con i suoi soldi». E se l’acquirente non le piace? «Posso declinare in qualsiasi momento».
Mercoledì 17 Gennaio 2018 - Ultimo aggiornamento: 12:44
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
2 di 2 commenti presenti
2018-01-17 12:26:05
Sempre meglio che lavorare!
2018-01-17 12:05:00
alzarsi la mattina per lavorare noo è??
DALLA HOME