Da Capri al parmigiano, il Belpaese si ricostruisce l’immagine all’estero
di Valeria Arnaldi

Da Capri al parmigiano, il Belpaese si ricostruisce l’immagine all’estero

Creatività, passione, tradizione e innovazione, stile, diversità. Sono sei i concetti - e valori - attraverso i quali l’Italia ha deciso di raccontarsi sulla scena internazionale, con la campagna straordinaria di promozione del Made in Italy “Italy is simply extraordinary: beIT”, lanciata ieri in tutto il mondo dal ministero degli Affari esteri in collaborazione con Ice. Un modo per sostenere le esportazioni italiane - difendendo, così, eccellenze e prodotti, pure dalle numerose imitazioni - e l’internazionalizzazione del sistema economico nazionale, ma anche per proporre una narrazione inusitata, più moderna, dell’Italia nella sua contemporaneità, tra talenti e valori, competenze e potenzialità. E così, nella campagna - e nel suo video - si vedono, sì, opere di Botticelli e Leonardo, ma c’è spazio anche per l’arte contemporanea.

 

 

Dalla piattaforma dedicata, con i suoi contenuti digitali, allo spot, ad essere mostrata è l’Italia della moda, del design, delle mete suggestive, come Capri, e delle città d’arte. C’è la letteratura, con podcast della Scuola Holden. C’è la musica, con le playlist di Beatrice Venezi. E molto altro. «Questa è la prima campagna di Nation branding mai realizzata per l’Italia con un approccio nuovo. Obiettivo è consentire a chi ci guarda da fuori e ancora non ci conosce o lo fa superficialmente di capire chi siamo prima ancora di cosa produciamo, cosa sappiamo fare», dice il ministro degli Esteri Luigi Di Maio.

 

Destinata a concludersi ad agosto 2022, la campagna è articolata in due fasi: la prima incentrata sulla narrazione dei valori che identificano l’Italia, la seconda, che prenderà il via a marzo, con campagne mirate a promuovere le filiere produttive del Made in Italy. In prima linea saranno i canali digitali, con piattaforme e “landing pages” ad hoc, profili social e contenuti originali, da diffondere e amplificare attraverso la rete consolare-diplomatica italiana nel mondo. Anche influencer marketing. I contenuti saranno declinati non solo nei 26 Paesi obiettivo ma a livello globale. Per invitare a scoprire - o riscoprire - l’Italia.


Ultimo aggiornamento: Martedì 30 Novembre 2021, 08:50
© RIPRODUZIONE RISERVATA