Migrante ucciso a Ventimiglia, fermato un connazionale: aveva un taglio su una mano

Migrante ucciso a Ventimiglia, fermato un connazionale: aveva un taglio su una mano

Potrebbe essere già stato risolto, dopo poche ore, il giallo dell'uomo sudanese trovato morto ieri sotto il cavalcavia di Roverino a Ventimiglia. Un altro cittadino sudanese irregolare è stato fermato nella notte dai Carabinieri della Compagnia di Ventimiglia e del Nucleo Investigativo di Imperia per l'omicidio del connazionale, trovato senza vita nella serata di ieri.

 

L'uomo è stato identificato durante le fasi di ricerca del responsabile dell'evento condotte dai militari contestualmente agli accertamenti tecnici eseguiti sul posto. All'avvicinarsi dei Carabinieri che stavano procedendo all'identificazione di altri stranieri presenti nell'area e lo avevano scorto con una profonda ferita da taglio alla mano, l'uomo ha ammesso la propria responsabilità nell'aggressione fatale. Sono tuttora in corso ulteriori accertamenti finalizzati a definire il contesto in cui la vicenda è maturata.


Ultimo aggiornamento: Sabato 27 Novembre 2021, 09:56
© RIPRODUZIONE RISERVATA