Massimo Ferrero, le intercettazioni della figlia: «Mio padre è fuori di testa, non ho soldi per la spesa»

Massimo Ferrero, le intercettazioni della figlia: «Mio padre è fuori di testa, non ho soldi per la spesa»

Affiorano i contenuti delle intercettazioni citate dal gip di Paola nell'ordinanza di custodia cautelare

La figlia di Massimo Ferrero, Vanessa, ha sempre avuto un difficile rapporto con il padre, finito agli arresti, e dalle intercettazioni emerge come lei lo giudicasse «fuori di testa». «Invece di dire 'amore scusa che ti ho messo in questa situazione di merda, a pagà la galera, quando i problemi sono miei non tuoi, perdonami figlia diletta', così dovrebbe comportarsi. Io non c'ho manco i soldi per la spesa», le parole della donna in una delle intercettazioni citate dal gip di Paola nell'ordinanza di custodia cautelare. E ancora, riferendosi al padre: «Io non ho fatto una cosa delle 16 denunce penali che ho! Non ci sta con la testa, sta fuori di testa. Io mi voglio levare da questo ginepraio». La donna è da ieri agli arresti domiciliari. 

 

Leggi anche > Patrick Zaki scarcerato (forse già oggi), ma non assolto. Dalla gabbia nel tribunale: «Sto bene, grazie Italia»

 

 

 

 

Massimo Ferrero, l'ordinanza di custodia cautelare

Nell'ordinanza di misura cautelare del Gip in relazione all'arresto del presidente della Sampdoria Massimo Ferrero nell'ambito di un'inchiesta della procura di Paola (Cs) si legge: «Occorre, inoltre, evidenziare che con riferimento alle società Ellemme Srl, Blu Cinematografica Srl e Blue Line Srl, Ferrero Massimo, unitamente a Ferrero Vanessa, si costituisce per stipulare una transazione con i rispettivi curatori per la chiusura di ogni pretesa sia sul piano civile che penale (…). I due indagati non rivestivano alcuna carica nella Blue Line Srl, invece il solo Ferrero Massimo aveva rivestito la carica di amministratore della Blu Cinematografica Srl in un periodo abbastanza remoto rispetto alla transazione (avvenuta tra il 2020 ed il 202 I), pertanto, presentandosi gli stessi in rappresentanza delle società, come, tra l'altro, confermato dai curatori, viene ulteriormente corroborata l'ipotesi circa il ruolo di amministratore di fatto delle Ferrero Massimo delle società fallite, nonché del ruolo determinante della Ferrero Vanessa con riferimento alla gestione delle società del Gruppo Ferrero, anche se non dalla stessa formalmente amministrate».

 

Massimo Ferrero, l'ordinanza di custodia cautelare

«Il ruolo apicale di Ferrero Massimo - prosegue il Gip - emerge, quindi, in maniera evidente dalle varie emergenze investigative fin qui esaminate: ruolo di 'dominus' nella gestione delle Società, che non solo viene rivendicato dallo stesso Ferrero ma gli viene anche riconosciuto dai vari interlocutori e correi». Nell'inchiesta, oltre a Ferrero, portato in carcere, sono stati arrestati e posti ai domiciliari la figlia Vanessa ed il nipote Giorgio. Inoltre sono stati posti ai domiciliari anche Giovanni Fanelli, amministratore unico della Ellemme fino al marzo 2014, Aniello Del Gatto, liquidatore della Ellemme, e Roberto Coppolone amministratore unico della Blu line fino all'aprile 2014. 


Ultimo aggiornamento: Martedì 7 Dicembre 2021, 22:20
© RIPRODUZIONE RISERVATA