«Marinella» vende cravatte e sciarpe nonostante i divieti in zona rossa: in negozio chiuso per 5 giorni

Napoli, il noto negozio «Marinella» vende cravatte e sciarpe nonostante i divieti in zona rossa: chiuso per 5 giorni

Chiusura per 5 giorni per la boutique «E. Marinella» di Napoli per violazione della normativa anti Covid-19. Nel pomeriggio di venerdì gli agenti del Commissariato San Ferdinando hanno effettuato un controllo presso l'esercizio commerciale in via Riviera di Chiaia e hanno accertato che il titolare, poco prima, aveva venduto 34 capi d'abbigliamento, tra cravatte e sciarpe, ad una persona appena uscita dal negozio.

 

I poliziotti hanno sanzionato entrambi per inottemperanza alle misure anti Covid-19: il gestore con la chiusura del locale per 5 giorni e il cliente perché trovato fuori dal proprio comune di residenza senza giustificato motivo.

 

 

«La persona ha insistito, gli abbiamo detto che vendiamo online ma poi abbiamo accettato che venisse. Abbiamo sbagliato, io cerco sempre di essere corretto ma stavolta abbiamo avuto una debolezza. Mi scuso con tutti». Lo afferma lo stilista napoletano Maurizio Marinella che risponde subito al telefono dopo il servizio di Fanpage che dimostra come abbia venduto una cravatta nel negozio nonostante la zona rossa a Napoli imponga di stare chiusi.

 

«Noi siamo in negozio - spiega Marinella all'ANSA - con la saracinesca mezza abbassata e prendendo ordini telefonici, molti ci chiamano da fuori Napoli, fanno ordini e noi le spediamo. In negozio non stiamo vendendo, un'ora fa è andata via una signora di Treviso che voleva dieci cravatte e non gliele abbiamo date, invece i dipendenti prendono gli ordini telefonici. Però qualche volta è capitato che qualche cliente insistesse e abbiamo avuto la debolezza di vendere l'articolo. Abbiamo sbagliato, ripeto, è stata una debolezza che viene illustrata nel video e i fatti parlano, quindi non posso che scusarmi. Purtroppo viviamo anche un momento di gande confusione, anche con il nuovo decreto, già ieri sera molti ci chiamavano chiedendoci quando riapriamo e non sappiamo ancora la data».

 

Marinella parla del lavoro durante il covid: «Nel periodo di Natale abbiamo la fila fuori dal negozio - spiega - e invece ora non c'è nessuno, è stato un episodio, cerchiamo sempre di essere corretti ma a volte si può sbagliare».


Ultimo aggiornamento: Sabato 5 Dicembre 2020, 11:21
© RIPRODUZIONE RISERVATA