Fermo, con un machete semina il panico tra le auto: nigeriano arrestato, era stato espulso

Un migrante africano con il machete ha seminato il panico per un'ora e mezza lungo viale Trento a Fermo, urlando e aggirandosi sotto la pioggia con una roncola in mano con cui ha minacciato le auto di passaggio e terrorizzato i passanti. Poi si è dileguato a piedi, inseguito da polizia, carabinieri e guardia di finanza. È stato catturato poco fa a Fosso Vallescura. «Si tratta di un irregolare - dice all'ANSA il sindaco Paolo Calcinaro -, non inserito in programmi di accoglienza e già raggiunto da provvedimento di espulsione».
 
 

L'uomo, piuttosto giovane, è stato notato una prima volta e segnalato da alcuni passanti nei pressi del cimitero, ma all'arrivo della polizia è riuscito ad allontanarsi, per poi ricomparire a qualche centinaio di metri di distanza in piazza Dante. Da lì è riuscito nuovamente a far perdere le sue tracce, poi è stato di nuovo avvistato nei pressi per poi sparire di nuovo. Si tratta di zone con traffico intenso e dove si trovano scuole e fermate di autobus usate dagli studenti. Alle ricerche si sono aggiunte una pattuglia dei carabinieri e una della Guardia di finanza, che hanno setacciato l'area circostante dove si trovano anche campi e giardini. Fino a rintracciare il fuggiasco a Fosso Vallescura.
Giovedì 3 Ottobre 2019, 16:21
© RIPRODUZIONE RISERVATA