Lorenzo muore di anoressia a 20 anni, il dolore dei genitori: «Ci hanno lasciati soli»

Torino, Lorenzo muore di anoressia a 20 anni, il dolore dei genitori: «Ci hanno lasciati soli»

Lorenzo Seminatore aveva 20 anni e da 6 lottava contro l'anoressia. Il 3 febbraio scorso si è spento a Torino a causa di questa malattia. Oggi i genitori, travolti dal dolore, denunciano quello che è accaduto al figlio e spiegano di essere stati lasciati soli. «È inaccettabile che in un Paese come l’Italia non ci siano strutture pubbliche in grado di accogliere e curare questi ragazzi», hanno dichiarato sul Corriere della Sera.

Leggi anche > In ospedale per un malore viene dimessa: Aurora torna a casa e muore a 17 anni. Inchiesta per omicidio colposo

Tutto è cominciato quando frequentava il primo anno di liceo scientifico. Lorenzo non riusciva a mangiare e perse inevitabilmente molti chili. Due anni più tardi era ricoverato in un centro di Brusson, in Valle d'Aosta. In questo centro riuscì a riacquistare peso e a ritrovare il sorriso. Poi di nuovo l'incubo. A 18 anni, con gli esami di maturità e la scelta dell'università, è ripiombato nel tunnel dell'anoressia e senza che i genitori potessero costringerlo a curarsi. Ormai maggiorenne poteva decidere da solo.


«Abbiamo fatto di tutto per aiutarlo - ha detto la mamma - Questi ragazzi devono essere curati e non tutti possono permettersi centri privati. Le istituzioni devono muoversi: prima con la prevenzione nelle scuole e poi investendo nella sanità. Mancano anche i percorsi di sostegno alle famiglie».
Lorenzo amava la musica trap e pubblicava le canzoni scritte di suo pugno su Youtube facendosi chiamare "Once the killer". Così si sfogava, ma l'amore per la musica non è bastato. Il corpo ha ceduto e Lorenzo è stato trovato morto nella sua camera da letto. 
Ultimo aggiornamento: Domenica 16 Febbraio 2020, 19:04
© RIPRODUZIONE RISERVATA