Sardegna, ben 4 comuni in semi-lockdown: il coronavirus continua a far paura sull'isola. Domenica record di contagi
di Nico Riva

Sardegna, ben 4 comuni in semi-lockdown: il coronavirus continua a far paura sull'isola

Domenica 27 settembre la Sardegna ha toccato il suo record di contagi di coronavirus: 139 in 24 ore. Un numero mai raggiunto neanche nella fase più acuta dell'epidemia, durante il lockdown. Il totale dei positivi al momento sfiora le duemila unità, mentre l'isola piange 150 morti dall'inizio dell'incubo Covid. Il virus continua a destare paura, tanto che 4 Comuni hanno avviato un nuovo semi-lockdown proprio in questi giorni. 

Leggi anche > Covid, Aidomaggiore in Sardegna in lockdown: tutto chiuso fino al 2 ottobre

Il primo paese ad aumentare le misure restrittive è stato Orune, in provincia di Nuoro, dove vivono circa 2.300 persone. Il semi-lockdown è scattato il 22 settembre. "Il dato è preoccupante", ha dichiarato il sindaco Pietro Deiana, che ha deciso di mantenere le misure di contenimento fino al 5 ottobre. Il numero di contagiati nel paesino del nuorese è salito fino a 100 unità. 

Contemporaneamente, hanno adottato misure analoghe Aidomaggiore (Oristano), in lockdown da sabato 26 settembre al 2 ottobre. Fra i casi positivi c'è anche il sindaco Mariano Salaris, insieme ad almeno altre dieci persone, in un paese che conta meno di 500 abitanti. Tutto chiuso tranne alimentari, edicole, tabacchini e farmacie. L'uscita da Aidomaggiore è consentita solo per estrema necessità e dietro autocertificazione. 

Impennata di positivi al Covid anche a Gavoi, nel Nuorese, che ha portato il Comune a chiudere bar, ristoranti, scuole e palestre. La fine del nuovo lockdown è prevista per il 4 ottobre. Attivo anche l'obbligo della mascherina per tutto il giorno anche all'aperto. I positivi sono una trentina su 2.500 abitanti. 

Infine, è stata la volta di Seui, nel Sud Sardegna. 26 contagi su 1.250 abitanti. Scuole e attività non essenziali terranno le serrande abbassate fino al 4 ottobre, poi si deciderà come procedere. Anche perché dipenderà dall'esito dei tamponi. Il sindaco Marcello Cannas, riporta l'Unione Sarda, ha dichiarato che a metà settimana probabilmente l'Ats li effettuerà a tutti i cittadini seuesi


Ultimo aggiornamento: Martedì 29 Settembre 2020, 12:16
© RIPRODUZIONE RISERVATA