Allarme donne picchiate in casa: 427mila bimbi sotto choc
di Valeria Arnaldi

Allarme donne picchiate in casa: 427mila bimbi sotto choc

Donne vessate, maltrattate, picchiate. E figli costretti a osservare violenze inaudite. In Italia, una donna su tre, tra i 16 e i 70 anni, ha subito violenza nel corso della vita. E sono circa 427mila i bambini e i ragazzi che vi hanno assistito. Non solo. Il numero delle condanne definitive per maltrattamenti in famiglia è più che raddoppiato negli ultimi 15 anni: erano 1.320 nel 2000, sono divenute 2.923 nel 2016. Cifre imponenti, che tratteggiano un ritratto del Paese che massacra donne e figli senza alcuna pietà.

Mamma Fernanda, segregata dal compagno: «L'ho conosciuto sui social, pensavo fosse come mio marito»
Carla, 41 anni e 4 figli: «Lui diceva che lo tradivo e mi bastonava ogni sera»


Fa venire la pelle d'oca soprattutto l'impotenza dei bimbi davanti alla violenza degli uomini verso quelle donne che sono anche mamme. «L'esposizione dei bambini alla violenza perpetrata nelle mura domestiche - spiega l'organizzazione SOS Villaggi dei Bambini - influisce in modo negativo sullo sviluppo fisico, cognitivo e comportamentale, con pesanti effetti sia nel breve, che nel lungo periodo. Inoltre, più i bambini vengono colpiti in tenera età, maggiori e più intensi saranno gli effetti negativi che subiranno. In particolare, si potranno riscontrare gravi conseguenze che vanno da deficit nella crescita e ritardi nello sviluppo psico-motorio, fino a effetti negativi su autostima, capacità di empatia, competenze intellettive».

Per aiutare le tante madri vittima e i loro figli, proprio ieri ha preso il via la campagna di sensibilizzazione e raccolta fondi Non è un gioco lanciata dall'associazione, che assicura supporto concreto alle donne vittime di violenza, senza separarle dai bimbi. Fino al 3 marzo sarà possibile fare donazioni al numero solidale 45590. Secondo l'osservatorio di SOS Villaggi dei Bambini, negli ultimi anni le richieste di aiuto di donne vittime di maltrattamento che chiedono protezione, per loro stesse e per i bambini, sono sensibilmente cresciute.

Per questo l'Organizzazione ha avviato il progetto MammaBambino che garantisce tutela e assistenza a mamme e figli, aiutando pure le donne a riconquistare la loro autonomia e, se necessario, reinserirsi nel mondo del lavoro. Ad oggi, il progetto accoglie circa 33 giovani donne con i loro figli, per un totale di circa 90 beneficiari l'anno.

riproduzione riservata ®
Ultimo aggiornamento: 09:19 © RIPRODUZIONE RISERVATA