Brescia, marocchino sequestra la moglie: «Deve solo pensare alla casa»

L'uomo è accusato di sequestro di persona pluriaggravato e la Procura indaga per scoprire se si sia già reso protagonista di episodi di violenza

«Deve pensare solo alla casa»: marito sequestra la moglie e i figli. Arrestato

di Redazione web

Un uomo di 36 anni è stato arrestato con l’accusa di sequestro di persona pluriaggravato. L'uomo di origine marocchina, secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, avrebbe impedito alla moglie e ai loro tre figli di uscire dall'abitazione dove vivono, a Urago d'Oglio in provincia di Brescia

Leggi anche > Esce per andare a funghi e non torna più a casa: trovato morto a 39 anni

La vicenda

Si è alzato come ogni mattina, si è vestito e alle 5.30 è uscito per andare al lavoro: la solita routine. Ma questa volta l'abitudine è stata spezzata da un dettaglio inquietante, secondo la ricostruzione fatta dagli inquirenti: prima di chiudere la porta si è portato via le chiavi di casa della moglie e quelle dell’auto, intrappolando così la donna e i tre figli piccoli nell’appartamento al secondo piano.

Al risveglio, la donna si è accorta di essere intrappolata tra le mura di casa insieme ai figli e ha chiesto aiuto al 112. Sul posto sono intervenuti i carabinieri e i vigili del fuoco. Mentre i militari cercavano di rintracciare il 36enne, i pompieri - tramite una scala - hanno raggiunto l’appartamento e verificato le condizioni di salute della donna e dei suoi figlioletti. 

«Deve solo prendersi cura della casa»

Una volta rintracciato, l’uomo ha fatto ritorno a casa e ha aperto lui stesso la porta. Sarebbe però stato tradito da un’inquietante frase da lui stesso pronunciata: «Deve solo prendersi cura della casa e dei figli». Appena pronunciate quelle parole, il 36enne, è stato arrestato. Adesso si trova in carcere dove nega ogni accusa a lui rivolta. La procura ha aperto un'indagine a suo carico per capire se in passato sia già stato protagonista di episodi di violenza


Ultimo aggiornamento: Venerdì 29 Luglio 2022, 20:06
© RIPRODUZIONE RISERVATA