Il giallo del "paziente 0" a Padova: ecco come avrebbe superato il blocco sanitario

Coronavirus, il giallo del "paziente 0" a Padova: ecco come avrebbe superato il blocco sanitario

Non è il manager rientrato dalla Cina il "paziente 0" del focolaio di coronavirus in Italia. L'uomo è risultato negativo a tutti i test, anche a quelli sugli anticorpi. L'attenzione ora si è spostata sulla piccola comunità cinese di Vo' Euganeo (Padova), dove è morto il 78enne Adriano Trevisan per le complicazioni da SARS-CoV-2. Il sindaco Giuliano Martini ha spiegato al Gr1 della Rai: «Abbiamo fatto i tamponi agli 8 cinesi che hanno visto derby Inter-Milan l'11 febbraio in un bar con il concittadino morto».

Il primo cittadino di Vo' Euganeo ha rivelato: «Probabilmente sono tornati in Italia dalla Cina attraverso uno scalo aereo in Germania o Olanda. Uno o due di loro risulterebbero positivi al coronavirus, pensiamo che possano essere i cosiddetti "pazienti 0"». Si tratta di 4 coppie di cinesi, «persone che si vedono raramente, gente educata e cittadini esemplari», ha chiarito il sindaco. «Qui ci siano collegamenti tra gruppi cinesi per il settore del tessile che spostano personale», ha concluso Martini. 
Ultimo aggiornamento: Domenica 23 Febbraio 2020, 10:13
© RIPRODUZIONE RISERVATA