Coronavirus, in Italia rischio contagi da ritorno: ecco le regioni che hanno dato il via a test, tamponi e quarantena obbligatori
di Alessia Strinati

Coronavirus, in Italia rischio contagi da ritorno: ecco le regioni che hanno dato il via a test, tamponi e quarantena obbligatori

I contagi tornano a salire in Italia e il dato più significativo è quello dovuto al turismo, persone che sono andate in vacanza all'estero e stanno riportando il virus sul territorio nazionale. Alcune regioni hanno deciso per questo motivo di prendere dei provvedimenti e ognuna ha stabilito delle regole per chi torna dai paesi più colpiti dalla pandemia in questi mesi.

Leggi anche > Coronavirus, ecco il piano del ministero contro la seconda ondata: 4 gli scenari fino a Rt oltre 1.5

In attesa che ci siano delle direttive a livello nazionale ogni regione cerca di arginare il problema con specifiche ordinanze che impongono isolamento volontario o obbligo di tamponi e test sierologici. I Paesi considerati più a rischio, per gli italiani che tornano dalle vacanze, sono Spagna, Grecia, Malta e Croazia. Motivo per cui già quattro Regioni hanno emanato o stanno emanando in queste ore specifiche ordinanze: si tratta di Puglia, Emilia-Romagna, Campania e Sicilia.

La Puglia ha stabilito l'obbligo di isolamento fiduciario per coloro che rientrano da questi paesi. Tutti i turisti sono obbligati a stare per 14 giorni in isolamento e all'autosegnalazione. L'Emilia ha stabilito che coloro che rientrano dai 4  paesi europei dovranno sottoporsi a un tampone entro 24 ore, così come in Campania e in Sicilia.
Ultimo aggiornamento: Mercoledì 12 Agosto 2020, 22:26
© RIPRODUZIONE RISERVATA