Chiara Ugolini, la 27enne potrebbe essere stata uccisa dalla candeggina: «Ha tentato in ogni modo di difendersi»

Chiara Ugolini, la 27enne potrebbe essere stata uccisa dalla candeggina: «Ha tentato in ogni modo di difendersi»

Non sono ancora chiare le cause della morte di Chiara Ugolini. La  ragazza di 27 anni ritrovata senza vita in casa nel Veronese dal fidanzato aveva numerose lesioni interne ma per gli esperti non sembra essere ancora chiara la causa del decesso. La vittima avrebbe lottato con ogni forza per evitare la violenza sessuale, ma forse ad ucciderla potrebbe essere stata la candeggina.

 

Leggi anche > Papà ucciso per un parcheggio, uno degli arrestati torna a casa: festa sui social tra selfie e cuori. L'ira della vedova

 

Chiara ha riportato diverse contusioni alla nuca, all'addome e al torace. Emanuele Impellizzeri, attualmente in carcere perchè sospettato del delitto, le avrebbe però anche tappato la bocca con un panno imbevuto di candeggina per stordirla, lesionandole così in diversa misura gli organi interni. Non si ha ancora certezza, ma la causa del decesso potrebbe essere stata proprio quella, visto che la candeggina potrebbe aver lesionato definitivamente i suoi organi.

 

Mentre si rincorrono varie ipotesi sul caso, Impellizzeri dal carcere nel quale è rinchiuso si è avvalso della facoltà di non rispondere. Il gip ha confermato il fermo e disposto come misura cautelare il carcere dopo che gli è stato contestato il fatto di aver "agito per motivi abbietti e con crudeltà". L'uomo si sarebbe introdotto nell'appartamento della 27enne dalla finestra e avrebbe provato ad abusare di lei che ha tentato di respingerlo con tutte le sue forze.


Ultimo aggiornamento: Giovedì 9 Settembre 2021, 16:52
© RIPRODUZIONE RISERVATA