Jennifer Aniston, la foto nuda va all'asta per beneficenza: al via la raccolta fondi per il coronavirus
di Silvia Natella

Jennifer Aniston, la foto nuda va all'asta per beneficenza: al via la raccolta fondi per il coronavirus

Jennifer Aniston è tra le attrici di Hollywood più amate ed è conosciuta in tutto il mondo per il ruolo nella serie tv cult "Friends". Una sua foto iconica sarà messa all'asta per beneficenza. L'obiettivo è raccogliere fondi per combattere il coronavirus. L'attrice 51enne ha annunciato l'iniziativa in aiuto da chi è stato colpito dalla pandemia. Lo scatto scelto la ritrae giovanissima interprete delle prime stagioni di Friends e completamente nuda. 

Leggi anche > Belen Rodriguez in crisi con Stefano De Martino, ecco chi è il ragazzo che è sempre con lei e Santiago

Nella foto in bianco e nero scattata nel 1995, Jennifer guarda sexy e ammiccante l'obbiettivo del fotografo Mark Seliger, ma la posizione delle gambe lascia spazio all'immaginazione. Niente è in mostra, ma il fascino è assicurato. L'ex moglie di Brad Pitt si è detta entusiasta dell'iniziativa a favore di una buona causa. «Il mio caro amico  ha collaborato con associazioni benefiche per mettere all'asta 25 dei suoi ritratti - incluso il mio - per l'emergenza Covid-19», ha scritto l'attrice. 


Il 100% dei proventi delle vendite andrà a un'organizzazione che fornisce test gratuiti per il coronavirus e cure a livello nazionale per i meno abbienti. Saranno messi all'asta anche altri ritratti dalla collezione del fotografo, che ha immortalato celebrità come Leonardo Di Caprio, Snoop Dogg e Billie Eilish.

Sono trascorsi 25 anni dalla leggendaria foto senza veli di Jennifer Aniston, ma Mark Seliger ricorda quel momento come se fosse ieri. Davanti a lui la piccola "Rachel" senza sforzi o artifici. «Abbiamo scattato diverse foto, ma quella sembrava davvero essere la migliore - ricorda - ne viene fuori come una persona aperta e forte. Penso che abbia catturato tutta la sua essenza».

 
Ultimo aggiornamento: Martedì 2 Giugno 2020, 13:41
© RIPRODUZIONE RISERVATA