Violentò e uccise due ragazzine 15enni: scarcerato dopo 33 anni. Bufera in Gran Bretagna

Violentò e uccise due ragazzine 15enni: scarcerato dopo 33 anni. Bufera in Gran Bretagna

Condannato all'ergastolo 33 anni fa per aver stuprato e ucciso almeno due ragazzine di 15 anni, Colin Pitchfork è ora un uomo libero. E nel Regno Unito è polemica per la scarcerazione dell'uomo che a fine anni Ottanta terrorizzò il Leicestershire, in Inghilterra centrale: Pitchfork fu il primo imputato riconosciuto colpevole di omicidio sull'isola dopo essere stato inchiodato da un test del Dna su un database di 5000 sospetti potenziali.

 

L'uomo, che oggi ha 61 anni, ammise a inizio 1988 in tribunale di aver violentato e ucciso cinque anni prima Lynda Mann e Dawn Ashworth. Pitchfork si è visto concedere il beneficio della libertà condizionata (e sorvegliata a vita) dal Parole Board: organismo composto da magistrati, ma anche da psicologi ed esperti che nel Regno svolge in parte funzioni da tribunale della libertà, malgrado la stretta imposta al riguardo l'anno scorso dal Parlamento britannico su iniziativa del governo Tory di Boris Johnson.

 

La decisione ha sollevato perplessità e proteste da parte di familiari, associazioni di vittime, deputati e media. Il ministero della Giustizia, nell'annunciare la decisione del Parole Board, ha sottolineato come essa provenga da una istituzione giudiziaria «indipendente» dal governo e ha espresso solidarietà verso «le famiglie» di Lynda e di Dawn.

 


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 1 Settembre 2021, 20:23
© RIPRODUZIONE RISERVATA