Salman Rushdie, come sta lo scrittore ferito gravemente: «Sta parlando con gli investigatori»

Lo scrittore "parla in modo articolato", ma il contenuto della conversazione con gli inquirenti resta top secret

Salman Rushdie, come sta lo scrittore ferito gravemente: «Sta parlando con gli investigatori»

Salman Rushdie, come sta lo scrittore indiano con cittadinanza britannica. Il 75enne, accoltellato venerdì scorso durante un convegno letterario nello Stato di New York, si trova ancora ricoverato in ospedale.

Salman Rushdie può parlare, staccato il respiratore: «4 coltellate al collo, tre all'addome». Chi è l'aggressore

Salman Rushdie, come sta lo scrittore

Salman Rushdie è ancora ricoverato in ospedale, ma le sue condizioni di salute stanno migliorando in modo lento ma progressivo. La Cnn ha riferito che lo scrittore ha anche iniziato a parlare con gli investigatori che indagano sull'aggressione subita dallo scrittore, autore del libro 'Versetti satanici'. Secondo la fonte della Cnn, Salman Rushdie «riesce a parlare in modo articolato».

Rushdie accoltellato, J.K. Rowling minacciata di morte su twitter: «La prossima sei tu»

Salman Rushdie, le indagini sull'aggressione

Il contenuto della testimonianza di Salman Rushdie agli inquirenti resta top secret. Lo scrittore indiano, sin dal 1989, è destinatario di una 'fatwa' emessa emessa dall'ayatollah Khomeini contro i 'Versetti', ritenuti blasfemi nei confronti dell'Islam. Salman Rushdie, venerdì scorso, era stato accoltellato almeno sette volte, appena prima dell'inizio del suo intervento ad una conferenza a Chautauqua (New York). L'aggressore è un giovane statunitense di origine libanese, Hadi Matar, che è stato arrestato con l'accusa di tentato omicidio.


Ultimo aggiornamento: Martedì 16 Agosto 2022, 15:30
© RIPRODUZIONE RISERVATA