Rolls-Royce Ghost, tecnologia all'avanguardia e motore V12 biturbo. I pro e i (pochi) difetti

Rolls-Royce Ghost, tecnologia all'avanguardia e motore V12 biturbo. I pro e i (pochi) difetti

Arriva la Ghost, il fiore all’occhiello della Rolls-Royce. Con un costo che parte da 320mila euro, la  Ghost, lunga cinque metri e mezzo, sfoggia una tecnologia di ultima generazione e adotta la trazione integrale abbinata a un V12 biturbo di 6.75 litri da 571 CV, capace di erogare una coppia massima di 850 Nm a 1.600 giri.

 

 

Leggi anche > Roma, il mistero della donna chiusa in una Smart da 4 giorni

 

 

 

 

La Ghost, fiore all'occhiello della Rolls-Royce

 

 

La Ghost è la Rolls-Royce più tecnologicamente avanzata. Uno dei cambiamenti fondamentali, come spiega l'Evening standard, è stato il telaio completamente nuovo, comprendente una paratia in alluminio, il pavimento, le traverse e i pannelli della soglia che consentono di spingere i gruppi di montaggio delle sospensioni in ghisa nella parte anteriore dell’auto, posizionando a sua volta il motore dietro l'asse anteriore per ottenere il "Santo Graal" degli ingegneri della distribuzione del peso 50/50. La vettura ha un "sistema di sospensione planare" completamente ridisegnato per appianare urti e vibrazioni. Il sistema è il risultato di dieci anni di test e sviluppo per creare quello che viene descritto come un "senso di volo sulla terraferma mai raggiunto prima da un'automobile". Questo si ottiene anche grazie a delle telecamere montate frontalmente con molle ad aria che scansionano la strada in modo che il sistema di sospensione sappia quale tipo di strada sta affrontando.  La sovrastruttura metallica del Ghost è completamente in alluminio, realizzata utilizzando tecniche di costruzione che danno l'aspetto di una lastra di metallo pulita.

 

Sotto il cofano della Rolls-Royce Ghost batte un motore a benzina V12 biturbo di 6.75 litri da 571 CV, capace di erogare una coppia massima di 850 Nm a 1.600 giri che regala prestazioni sbalorditive, con velocità massima autolimitata a 250 km/h. Sono presenti anche portiere servoassistite, che possono essere azionate a distanza con un telecomando, con sensori giroscopici per rilevare se l'auto è in pendenza.

 

La macchina risponde bene alla guida e, larghezza e la lunghezza evidenti a parte, richiede uno sforzo minimo a tutte le velocità. Il motore è molto silenzioso, anche in accelerazione e i sedili, in cui è inclusa anche la funzione massaggio, splendidamente imbottiti e con tavoli ribaltabili.

Ci sono anche dei piccoli difetti naturalmente nella Rolls-Royce Ghost, come i grandi specchietti retrovisori che fanno un po’ di rumore con l’aumentare della velocità e quindi del vento e la retromarcia un po’ complicata, dato che la visione postere risulta un po’ limitata e costringe a fare ricorso alla telecamera posteriore. Naturalmente con un motore così prestante poi non bisogna parlare d’ecologia, dato che la cifra di CO2 dispersa è di 343 g / km.

 

 

 


Ultimo aggiornamento: Venerdì 14 Maggio 2021, 22:45
© RIPRODUZIONE RISERVATA