Positiva al Covid, ma partecipa a un incontro pubblico: bufera sulla sottosegretaria alla Salute

L'Esecutivo guidato da Boris Johnson senza pace di fronte ad un nuovo scandalo

Positiva al Covid, ma partecipa a un incontro pubblico: bufera sulla sottosegretaria alla Salute

Boris Johnson senza pace: il suo Governo continua ad essere travolto dagli scandali legati alle violazioni dei protocolli anti-Covid. Questa volta è toccato alla sottosegretaria alla Salute della Gran Bretagna, Gillian Keegan, che è stata costretta a scusarsi pubblicamente dopo averla combinata grossa.

Leggi anche > Covid in Cina, città lascia tutti i semafori rossi per costringere i cittadini a restare a casa

La donna, 53 anni, si è dovuta scusare su Twitter dopo che è emerso che, sapendo di essere positiva al Covid, ha continuato a partecipare ad un incontro. Keegan, scrive il Guardian, ha detto che ora si è messa in isolamento e che si sente bene, aggiungendo di aver comunque «preso precauzioni» dopo aver ricevuto il test positivo, e che la riunione continuò «con il consenso» degli altri partecipanti. La sottosegretaria stava incontrando «tre padri che avevano tragicamente perso le figlie che si erano suicidate».

«Avrei dovuto interrompere immediatamente la riunione, e ripensandoci, ho capito che è stato un errore di valutazione - ha scritto su Twitter - Voglio essere sincera su quanto è accaduto e chiedere scusa per l'errore che ho commesso».


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 9 Febbraio 2022, 11:56
© RIPRODUZIONE RISERVATA