Oskar Groening è morto, era il "contabile" di Auschwitz

Oskar Groening è morto, era il "contabile" di Auschwitz

Oskar Groening, noto come il 'contabile di Auschwitz, è morto all'età di 96 anni. Lo riferisce l'edizione online del magazine Der Spiegel, specificando che Groening è deceduto in ospedale, come comunicato da un legale dell'ex ufficiale delle SS.

Nel 2015, Groening era stato condannato a 4 anni di carcere per la responsabilità nell'uccisione di 300.000 persone nel lager. Durante il processo, aveva ammesso la propria «complicità morale», invocando il perdono dei sopravvissuti e dei familiari delle vittime. A dicembre dello scorso anno, la Corte federale aveva respinto un ricorso presentato dai legali dell'imputato, giudicato idoneo al carcere.

Lunedì 12 Marzo 2018 - Ultimo aggiornamento: 19:45
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2018-03-13 10:11:44
Processo iniziato nel 1985 e concluso nel 2015. Per 300.000 (TRECENTOMILA) omicidi inflitta una pesantissima condanna a 4 anni di arresti domiciliari.In pratica, è morto a 96 anni in casa sua. Se questa è la giustizia tedesca, quasi quasi rivaluto quella italiana.
DALLA HOME