«Sono incinta di nuovo», e viene licenziata. Ma il tribunale le dà ragione: ecco il maxi-risarcimento

«Sono incinta di nuovo», e viene licenziata. Ma il tribunale le dà ragione: ecco il maxi-risarcimento

Una donna single, madre di una bambina piccola, aveva scoperto di essere incinta del suo nuovo compagno. Quando lo aveva detto alla sua datrice di lavoro, quest'ultima non l'aveva presa per nulla bene e aveva deciso di licenziarla in tronco. Un tribunale, però, le ha dato ragione e ha costretto la datrice di lavoro a risarcirla con una cifra notevole.

Incinta e malata di tumore, lo scopre nello stesso giorno: il dramma di Elisabetta, morta a 36 anni

Il licenziamento

La vicenda è avvenuta nello scorso aprile a Kilsyth, in Scozia, piccolo centro alle porte di Glasgow. Siobhan Black, parrucchiera dipendente del negozio Pat Drain Barbers, aveva preso l'aspettativa per la maternità dopo aver avuto la sua prima figlia. Quando doveva tornare al lavoro, la donna si è presentata dalla proprietaria del salone, spiegando di essere incinta di nuovo. A quel punto, la datrice di lavoro, spazientita e irritata, aveva deciso di licenziarla. Lo riporta Metro.co.uk.

La causa

Dopo il licenziamento, Siobhan Black aveva deciso di fare causa alla propria datrice di lavoro. «Non ho più trovato un altro impiego, in questi mesi di gravidanza ho vissuto giorni pieni di stress e ansia per il futuro» - la posizione della donna in tribunale - «Gli attacchi di ansia sono stati così forti da causarmi anche momenti di convulsioni ed epilessia». I giudici le hanno dato ragione: la sua datrice di lavoro ha commesso una discriminazione per via della gravidanza e dovrà corrisponderle la bellezza di 7.500 sterline. Una cifra che equivale a oltre 8.600 euro.


Ultimo aggiornamento: Lunedì 3 Ottobre 2022, 22:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA