Francia, il premier Edouard Philippe si è dimesso: nuovo governo, ecco la rosa di nomi

Francia, il premier Edouard Philippe si è dimesso: nuovo governo, ecco la rosa di nomi

Il premier francese Edouard Philippe ha rassegnato le sue dimissioni al presidente della Repubblica Emmanuel Macron: è quanto annuncia l'Eliseo. «Oggi Edouard Philippe ha presentato le dimissioni del governo al Presidente della Repubblica, che l'ha accettate. Assicura, con i membri del governo, la gestione degli affari correnti fino alla nomina del nuovo governo» ha dichiarato la presidenza in un breve comunicato. 

La decisione, riporta 'Le Figarò, è stata «concordata» nel corso di un incontro avvenuto stamattina tra Philippe ed il presidente Emmanuel Macron. Secondo il quotidiano, Macron dovrebbe lavorare alla formazione della squadra di governo nel fine settimana ed il nuovo esecutivo potrebbe vedere la luce entro mercoledì 8 luglio, data del prossimo Consiglio dei ministri. Già da giorni i media transalpini parlavano di un probabile rimpasto, con Macron che - raccontavano - voleva effettuare diverse modifiche nel suo governo per cavalcare 'l'onda verde' che ha caratterizzato le municipali.

Lunedì il capo dello Stato e il premier dimissionario, rieletto sindaco di Le Havre e molto popolare stando agli ultimi sondaggi, si erano parlati prima dell'intervento di Macron alla Convenzione sul clima. Come successore del premier, la rosa dei possibili candidati comprende, secondo le voci, l'attuale ministro degli Esteri Jean-Yves Le Drian, ma anche la ministra della Difesa, Florence Parly. Sarebbe la prima donna ad ereditare l'incarico dai tempi di Édith Cresson. Philippe potrebbe ripresentarsi più avanti, puntando alle presidenziali del 2022 o del 2027.

Dopo il secondo turno delle elezioni amministrative, domenica scorsa, la Francia entra dunque nella fase dell'atteso rimpasto. Edouard Philippe, il premier dimissionario divenuto sempre più popolare in questi ultimi mesi e candidato vittorioso nelle elezioni municipali di Le Havre, «garantisce, con i membri del governo, lo svolgimento degli affari correnti fino alla nomina di un nuovo esecutivo», precisa l'Eliseo.

L'ultimo consiglio dei ministri dell'attuale compagine di governo, che doveva tenersi in mattinata, è stato annullato. Quello attuale era il governo Philippe 2. Passato dalla destra repubblicana alla République En Marche di Emmanuel Macron, molto vicino all'ex premier Alain Juppé, Philippe era alla guida del governo dal 15 maggio 2017. Il suo esecutivo è stato oggetto di un profondo rimpasto nel 2018, dopo le dimissioni del ministro della Transizione Ecologica e Solidale, Nicolas Hulot. Secondo un sondaggio pubblicato da France Tv Info, una maggioranza di francesi auspica che il rimpasto e il cambio di politica per quest'ultima fase del quinquennato si accompagni ad una svolta più ecologica e sociale.

Nel voto della settimana scorsa, la Francia ha visto un'importante progressione di Europe Ecologie Les Verts mentre la maggioranza macronista ha subito una dura batosta elettorale. Non è tuttavia escluso che Macron decida di mantenere Philippe al suo posto. Intervistata in diretta da BFM-TV, Agnès Firmin Le Bodo, deputata di Seine-Maritime vicina a Philippe, parla di «nuovo slancio, forse con la stessa persona». (ANSA)

 
Ultimo aggiornamento: Venerdì 3 Luglio 2020, 11:51
© RIPRODUZIONE RISERVATA