Fa retromarcia, investe e uccide la figlia di 3 anni: la bimba le stava correndo incontro

Fa retromarcia, investe e uccide la figlia di 3 anni: la bimba le stava correndo incontro

Colpita accidentalmente dalla macchina guidata dalla madre. La morte di Lina, appena tre anni, avvenuta per una tragica fatalità a Luzerne, in Pennsylvania, ha sconvolto un'intera comunità. La piccola sabato è scappata dal parco, dove la famiglia si era riunita per festeggiare il compleanno della zia, quando ha capito dal rumore dell'auto che la madre stesse arrivando. Voleva correrle incontro, invece è stata investita dal Suv che la donna stava parcheggiando. Dal racconto di un testimone, pare che la bambina sia caduta a terra, sbattendo violentemente e provocando la disperazione di quanti, essendo nella villa, hanno assistito alla scena. Trasportata d'urgenza al Wilkes Barre General Hospital, ogni tentativo di soccorso si è rivelato vano. A riferirlo il notiziario Wnep. 

I parenti ancora non si spiegano come Lina, eludendo la loro sorveglianza, si fosse spinta fino all'auto, mentre il testimone Steven Olivares ha riferito che: «Molti urlavano, gli altri bambini erano confusi e si percepiva preoccupazione e una situazione grave. L'impatto è stato forte». La zia, invece, ha parlato della nipote, descrivendola come: «bella, intelligente e sempre sorridente. Mostrava più dei suoi tre anni».
 


Oltre la tragedia, l'episodio ha alzato nuovamente il sipario sulla questione della sicurezza stradale. I residenti del quartiere, infatti, più volte hanno lanciato l'allarme, lamentado lo scarso rispetto dei limiti di velocità. Domenica, intanto, la famiglia di Lina è tornata al parco, dove è stato eretto un memoriale e sono stati lanciati palloncini in cielo nel ricordo della piccola. 


Ultimo aggiornamento: Martedì 6 Ottobre 2020, 17:21
© RIPRODUZIONE RISERVATA