Ruba e macella una mucca ancora viva, ma non lo condannano per crudeltà sugli animali

Ruba e macella una mucca ancora viva, ma non lo condannano per crudeltà sugli animali

Ha macellato una mucca ancora viva, prima tagliandole le zampe con un'ascia, poi lasciandola morire fra atroci dolori. Ma non è stato condannato. O meglio, è stato condannato a 150 giorni di servizio in comunità per il furto dell'animale, ma non per gli atti crudeli compiuti su di lui. L'incredibile vicenda è avvenuta a Darwin, in Australia

Leggi anche> Famiglia vegana adotta un maiale per salvarlo dal macello, ora rischiano lo sfratto

Il protagonista si chiama Anthony Spencer, ha 34 anni, e insieme a un gruppo di amici si è divertito a macellare  la mucca mentre era ancora viva. E' entrato di soppiatto dentro il cortile dell' Australian Agricultural Company, fuori Darwin. Ha visto l'animale in un recinto, ha scavalcato e lo ha portato via con sè tra le risa degli amici. Poi con un'ascia gli ha tagliato entrambe le zampe. Il motivo? Accontentare le voglie e i capricci di uno dei compagni, che continuava a ripetere  di "aver voglia di carne".

 
Giovedì 10 Ottobre 2019, 15:23
© RIPRODUZIONE RISERVATA