Fase 2 ristoranti, chef polemici su riapertura: Cracco: «Plexiglass sui tavoli? Piuttosto chiudo»

I grandi chef tuonano contro il governo e non tutti riapriranno i ristoranti da lunedì 18 maggio. “Senza aiuti dello Stato resisto un mese” aveva detto giorni fa Alessandro Borghese. Sui social nessuna notizia della riapertura del suo ‘Il lusso della semplicità’ a Milano. Critico anche Carlo Cracco che aveva chiesto maggiore interlocuzione al governo con gli operatori del settore evidenziando le difficoltà post lockdown. E in merito all’ipotesi di eventuali divisori sui tavoli era stato perentorio: “Plexiglass nel ristorante? Piuttosto chiudo!”. Riapre ma con asporto e delivery il locale romano di Gianfranco Vissani. “È una piccola toppa: quanti sono in Italia quelli che ti pagano una cena 200 euro con il delivery?”

Foto: Kikapress
LEGGI ANCHE: — Antonino Cannavacciuolo irriconoscibile, lo chef dimagrito si mostra su Instagram: ‘Sei sciupato’
Ultimo aggiornamento: Lunedì 18 Maggio 2020, 10:32
© RIPRODUZIONE RISERVATA