Le pagelle di Verona-Milan: bene Kessie, male Leao
di Luca Uccello

Le pagelle di Verona-Milan: bene Kessie, male Leao

DONNARUMMA 6 - Nessun intervento decisivo. L’unico lo fa Krunic al suo posto. Meglio così…


CALABRIA 6 - Chiude su Lasagna quando Tomori se lo perde, ed è presente in avanti. Altra conferma importante.


TOMORI 5,5 - Prova ad aiutare un irriconoscibile Verona. Nei primi 45’ pesa l’errore sul retropassaggio verso Donnarumma. Ma non solo: perde anche il suo diretto avversario e di testa Zaccagni quasi lo frega. Quasi, per sua fortuna.


ROMAGNOLI 6,5 - C’è sempre, questa volta anche sull’errore di Tomori. Il capitano chiude davvero tutto.


DALOT 6,5 - Segna una rete da applausi. Ma il riscatto dal Manchester United resta lontano, molto lontano.


KESSIE 7 - È ovunque. Dietro, in mezzo e anche davanti. Bravo Frank!

 

MEITE 6,5 - Si sdoppia come il compagno e copre tutto il campo con tanta corsa, tanta voglia di non sbagliare niente.


SAELEMAEKERS 6,5 - Si adegua a un ruolo non suo. Dal suo piede, da una sua giocata nasce la rete di Dalot. Poi ci prova pure. Insomma non male come adeguato.


KRUNIC 7 La sua media gol su calcio da fermo è decisamente migliore di quella di un certo Calhanoglu. Si permette anche di salvare sulla linea un gol praticamente fatto nel finale.


CASTILLEJO 6 - Partita positiva: ricca di iniziative mischiate al solito grande sacrificio a tutto campo. Esce senza più aria nei polmoni (33’ st Hauge 5: fuori dalla lista Uefa e poco spazio in campionato. Quante è dura la vita al Milan per lui).

RAFAEL LEAO 5 - Sempre peggio. Ora sbaglia anche gol già fatti. Un disastro all’ennesima potenza.

 

PIOLI 7 La Juventus s’avvicina, la Roma pure ma il suo Milan in emergenza non molla niente e aspetta un regalo dall’Atalanta di Gasperini. Per lo scudetto la squadra di Pioli non si ritira ancora dalla corsa. Tutto può restare aperto. Stasera la verità. Vedremo.

 


Ultimo aggiornamento: Domenica 7 Marzo 2021, 19:38

© RIPRODUZIONE RISERVATA