La Lazio risponde a Gasperini: «Il rigore? Lo ha visto solo lui»

La Lazio risponde a Gasperini: «Il rigore? Lo ha visto solo lui»

Diaconale, quindi la Lazio, risponde a Gasperini, arrabbiatissimo per il rigore non concesso all'Atalanta. «È stata una notte di festeggiamenti, un traguardo importante e significativo per la gestione Lotito. La Coppa Italia dà senso a una qualsiasi stagione e quest'anno poi è stata particolarmente importante, con un grosso successo di pubblico sugli stadi e in tv». Il responsabile della comunicazione della Lazio, Arturo Diaconale, celebra dai microfoni di Radio Sportiva la vittoria della Coppa Italia, e parla anche del futuro. «Simone Inzaghi? Escludo che il suo percorso alla Lazio sia alla fine - spiega -, è parte integrante della società e non vedo un'interruzione del rapporto». Invece sul match winner di ieri, Milinkovic Savic, dice che «per noi è un grandissimo acquisto, poi il mercato è sempre aperto e non si può escludere nulla, ma al momento non c'è l'intenzione di separarsi da lui». Cosa pensa delle dichiarazioni post-partita di Gasperini sul fallo di mano di Bastos sul quale non è stato concesso il rigore all'Atalanta? «Nell'episodio di Bastos non se ne è accorto nessuno tranne lui - risponde Diaconale -. Forse era arrabbiato, ma oggettivamente la Lazio ha meritato di vincere. L'altra volta gli episodi avevano favorito l'Atalanta, questa volta la Lazio, non c'è nessuno scandalo e per la Lazio non c'è nessun favoritismo». L'ultima considerazione è sugli incidenti pre-partita di ieri. «Nicolò D'Angelo (ex Prefetto n.d.r.) è il nuovo responsabile della sicurezza - dice il dirigente laziale -, ed è la garanzia che la Lazio non accetterà più in alcun modo episodi di illegalità. Gli incidenti di ieri sono deprecabili ma non è stata una guerriglia urbana. Chi ha compiuto questi atti deve pagare»
Giovedì 16 Maggio 2019, 14:02



© RIPRODUZIONE RISERVATA