Germania-Giappone 1-2: sconfitta a sorpresa per i tedeschi, la rimonta-show è firmata Doan e Asano

I tedeschi vanno in vantaggio con il rigore di Gundogan ma si fanno rimontare nella ripresa

Germania-Giappone 1-2: sconfitta a sorpresa per i tedeschi, la rimonta-show è firmata Doan e Asano

Ai Mondiali in Qatar c'è un'altra delusa di lusso. È la Germania che nella partita di esordio del suo girone cade a sorpresa contro l'organizzatissimo Giappone. I tedeschi - protagonisti assoluti nel prepartita con la protesta contro la Fifa per la fascia "One love" - vanno in vantaggio con il rigore di Gundogan ma si fanno rimontare nella ripresa dai gol di Doan e quello bellissimo di Asano. La Germania è così la seconda nazionale tra le big a incappare in una sconfitta. Ieri era stato il turno dell'Argentina contro l'Arabia Saudita in una partita che aveva seguito praticamente lo stesso copione. Vantaggio della Seleccion su rigore e rimonta saudita nel secondo tempo. 

 

Sorpresa Giappone, la Germania crolla nel secondo tempo

All'indomani della vittoria dell'Arabia Saudita sull'Argentina il Giappone serve la seconda clamorosa sorpresa del mondiale di Qatar 2022 battendo 2-1 in rimonta la Germania. I tedeschi dominano il primo tempo, creano tante occasioni e trovano il vantaggio con Gundogan su rigore. Nella ripresa traversa di Gnabry e palo ancora di Gundogan, ma la Germania non la chiude e nipponici la puniscono. Prima Doan, entrato in campo da 4', trova il pari al 75', poi Asano all'83' la ribalta con un super-gol.

 Primo tempo quasi a senso unico in tutto fuorché nel risultato. Il Giappone parte forte e all'ottavo si porta addirittura in vantaggio, ma la rete di Maeda è chiaramente viziata da una posizione irregolare. Passata la paura, si sveglia la Germania, che l'unico altro rischio della prima frazione lo correrà con Itakura. Al 17' Ruediger sfiora la rete di testa, poi Gundogan scalda i motori dalla distanza, ottima risposta di Gonda; molto meno attento il portiere nipponico alla mezz'ora: uscita valanga su Raum, pescato in area di rigore da Kimmich, nessun dubbio per l'arbitro salvadoregno Barton. Dagli 11 metri Guendogan firma l'1-0. Trovato il vantaggio, i tedeschi cercano ma non trovano il bis. L'occasione più chiara, appena prima del duplice fischio, è un tap-in effettivamente realizzato da Havertz ma in posizione di offside. 

La ripresa inizia con un cambio nell'undici nipponico: fuori Kubo, entra Tomiyasu ma le principali occasioni sono sempre tedesche. Gnabry scheggia la traversa a inizio secondo tempo, Gundogan va vicinissimo alla doppietta ma trova il palo all'ora di gioco. Lo show tedesco prosegue, ma il bis non arriva: merito anche di Gonda, che con una serie di parate, su Hofmann e Gnabry soprattutto, riscatta l'uscita a valanga valsa la prima rete degli avversari. Al 73' risponde da fenomeno qual è Neuer, da due passi su Ito nel primo errore della gara di Rudiger. Alla seconda, però, il Giappone passa: azione di Minamino da sinistra, Neuer smanaccia il tiro su cui si fonda Doan, che insacca il pari e non finisce qui: a sette minuti dal novantesimo, Asano sfugge a Schlotterbeck, da due passi spara una bordata che s'infila sotto la traversa firmano il 2-1 finale.


Ultimo aggiornamento: Giovedì 24 Novembre 2022, 15:53

© RIPRODUZIONE RISERVATA