Cagliari, lo sfogo di Zenga: «Alle 16 ho saputo dell'addio. Ho sbagliato a firmare fino a giugno»

Cagliari, lo sfogo di Zenga: «Alle 16 ho saputo dell'addio. Ho sbagliato a firmare fino a giugno»

"Il mio addio? Ogni presidente ha il diritto di fare il meglio per il proprio club, quindi avrà avuto i suoi buoni motivi". Ai microfoni di Sky Walter Zenga ha commentato l'annuncio di separazione dai colori rossoblù dato prima dell'incontro col Milan dal presidente del Cagliari Giulini: "Non mi rimprovero nulla. In questo momento tutto era complicato e il difetto è stato fare 10 punti per salvarci subito. Ringrazio tutti: i ragazzi mi hanno dato l'anima e mi porterò per la vita questa esperienza. Allenare in queste condizioni è complicato, non riuscire ad allenarsi, non vedere la famiglia, gli infortuni... Spero che l'anno prossimo il Cagliari faccia bene e la squadra arrivi dove vuole il presidente, Ho fatto male forse ad accettare il contratto fino a giugno, con la clausola per il settimo posto: complicata ma io mi lancio lo stesso, ti fai prendere dalla mano e non ragioni. Ma sono esperienze che ti porti". 
Ultimo aggiornamento: Domenica 2 Agosto 2020, 08:53

© RIPRODUZIONE RISERVATA