Più di 2 milioni di chilometri in bicicletta: a fine settembre la pedalata di solidarietà con il ct Cassani in favore di Dynamo Camp
di Massimo Sarti

Più di 2 milioni di chilometri in bicicletta: a fine settembre la pedalata di solidarietà con il ct Cassani in favore di Dynamo Camp

Due milioni di chilometri da percorrere in bicicletta, quasi 50 volte la circonferenza dell'equatore terrestre. Traguardo inimmaginabile? No, se sapranno mettersi simbolicamente insieme il bimbo che ancora pedala con le rotelle, la casalinga che fa la spesa in e-bike, l'amatore in formissima, il campione affermato, il gruppo di amici e colleghi, la squadra agonistica vera e propria. Insomma, tutti. Per un doppio, fine benefico: aiutare le iniziative federali dedicate all'attività ciclistica giovanile e l'opera di Dynamo Camp, la Onlus che da anni si occupa di offrire gratuitamente (a Limestre, in provincia di Pistoia) periodi di terapia ricreativa, vacanza e svago a bambini e ragazzi affetti da gravi patologie croniche, nonché alle loro famiglie.

Questo è “2+MILIONI DI KM”, la manifestazione non competitiva, ideata e organizzata da Bikevo con la partnership della Federazione Ciclistica Italiana, e lanciata nelle scorse ore con il plauso, tra gli altri, del presidente del Coni Giovanni Malagò nonché con le prime convocazioni speciali, rivolte a tutti coloro che in Italia amano la bicicletta, da parte del coordinatore delle nazionali azzurre Davide Cassani. Nel titolo c'è un “+”: la speranza è di andare oltre i 2 milioni di chilometri, perché ogni chilometro si tramuterà in un atto concreto di solidarietà

“2+MILIONI DI KM” si svolgerà da sabato 26 settembre a domenica 4 ottobre 2020. Una settimana non scelta a caso, perché anche mediaticamente in quei giorni si parlerà molto di ciclismo, tra i Mondiali svizzeri di Aigle-Martigny (chiusura domenica 27 settembre) e la partenza (sabato 3 ottobre) del Giro d'Italia posticipato causa Covid. Ma già da adesso chiunque può iscriversi sul sito 2milionikm.com. Con una piccola donazione iniziale di 2 euro si riceverà il pettorale con cui mettersi in sella. E pedalare nel periodo indicato, ovunque in Italia, in sicurezza e nel rispetto delle disposizioni sanitarie e del codice della strada. Ogni chilometro pedalato potrà valere da 10 centesimi a un euro di donazione. Ogni percorso può essere registrato con qualsiasi dispositivo: cellulare, ciclocomputer o smartwatch inviando il file gpx al sito dedicato. Oppure, direttamente attraverso l’app Bikevo. Il caricamento dei chilometri può avvenire anche manualmente con autocertificazione.

Basta pedalare, ed essere in tanti a farlo. Per divertirsi e fare del bene...


Ultimo aggiornamento: Venerdì 17 Luglio 2020, 08:49
© RIPRODUZIONE RISERVATA