Verissimo, Fabio Basile in lacrime per la morte improvvisa del fratello: «Michael frequentava brutte compagnie. Ancora non sappiamo la verità»

A novembre del 2021 Fabio ha perso suo fratello Michael, trovato morto nella sua casa di Rosta nel Torinese. Il suo racconto da Silvia Toffanin

Verissimo, Fabio Basile in lacrime per la morte improvvisa del fratello: «Michael frequentava brutte compagnie. Ancora non sappiamo la verità»

di Redazione web

Fabio Basile ospite di Verissimo oggi 3 dicembre ripercorre il dolore per la morte del fratello. Il judoka italiano classe '94, campione olimpico nella categoria 66 kg a Rio de Janeiro 2016, ha parlato del suo dolore a Silvia Toffanin.

A novembre del 2021 Fabio Basile ha perso suo fratello Michael, trovato morto nella sua casa di Rosta nel Torinese. Il ragazzo aveva 31 anni. I familiari avevano cercato di contattarlo più volte senza mai ricevere risposta, e una volta giunti nell’abitazione lo hanno trovato senza vita.

Verissimo, Sophie Codegoni aspetta una bambina: «Il medico mi aveva detto che non sarebbe stato facile rimanere incinta»

Oriana Marzoli picchia Antonino Spinalbese al Gf Vip e il web denuncia l'aggressione fisica: «Inaccettabile»

Fabio Basile e la morte improvvisa del fratello

«Mio fratello era un guerriero. Come sto? Io sto bene, penso che la vita tante volte ti mette di fronte situazioni che non avresti mai voluto vedere, sentire – racconta –. Lui era una persona d’oro, mi manca tanto. Era un guerriero, ha vinto molte battaglie nella sua vita».

Fabio e Michael hanno vissuto una vita tendendosi per mano sempre. 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da FABIO BASILE (@fabiobasile66)

Il judoka in lacrime

Nel salotto di Canale 5 vengono mostrate al judoka una serie di immagini che lo ritraggono assieme al fratello. «È un bel video - la voce di Fabio è rotta dalle lacrime -. Devi trasformare il dolore in benzina, perché se esiste un altro mondo, perché io credo in Dio, l’unico modo per renderlo fiero di noi è vincere nella vita oltre che nello sport».

Michael Basile, anche lui judoka, dopo un infortunio importante ha smesso di allenarsi e poi ha cominciato a frequentare brutte compagnie. «Ha fatto errori, come li facciamo tutti, ha frequentato persone sbagliate che lo hanno fatto cambiare, ma è sempre stato presente per gli altri».

Quando entri in certi giri è difficile uscirne. «Lui continuava a dirmi che io non sapevo come erano le cose perché ero sempre fuori». E questa cosa fatica a perdonarsela il campione. Ancora non si sa se il 31enne è morto per abuso di droghe o per un problema di salute. «Quando lo saprò starò meglio anche io. I miei genitori non si sono mai arresi».

Quando hanno scoperto che Michael era morto Fabio era fuori. Quei momenti per il campione sono stati difficilissimi ma ora sta meglio. «Forse mio fratello voleva darmi una batosta per poi riportarmi al top. io vincerò stavolta non solo per me»

 

Ultimo aggiornamento: Sabato 3 Dicembre 2022, 16:32
© RIPRODUZIONE RISERVATA