Roberto Angelini, pausa da Propaganda Live dopo le polemiche: «Ripongo la chitarra nella custodia»

Roberto Angelini, pausa da Propaganda Live dopo le polemiche: «Ripongo la chitarra nella custodia»

Roberto Angelini annuncia su Instagram di volersi prendere una pausa da Propaganda Live, la trasmissione di La7 in cui si esibisce con altri musicisti. «Chiedo scusa. Ho sbagliato e mi dispiace. Ripongo la chitarra nella custodia e mi prendo una pausa», spiega il musicista romano dopo essere stato travolto dalle polemiche nei giorni scorsi.

 

Leggi anche > Propaganda Live, Roberto Angelini multato per lavoro in nero: «Lascio, ho sbagliato»

 

Tutto era iniziato la settimana scorsa, quando Roberto Angelini, noto al grande pubblico per un vecchio tormentone come Gatto matto, si era lasciato andare ad uno sfogo dopo essere stato multato di 15mila euro per aver fatto lavorare una conoscente in nero nel ristorante che gestisce con altri soci. «Ho appena scoperto di essere stato denunciato da un’“amica” alla Guardia di finanza. Dopo un anno di sacrifici per non chiudere cercando di limitare al massimo il ricorso alla cassa integrazione per i miei dieci dipendenti (visti i tempi biblici)» - si leggeva nel primo post del musicista su Instagram - «Pagheró, non è questo il punto. E se non avessi potuto pagare? Per colpa di una pazza incattivita dalla vita sarei stato costretto a chiudere e mandare a spasso 10 persone. Gli occhi lucidi non sono per la multa ma per il tradimento ricevuto da una presunta amica che ha mangiato e dormito a casa mia. Che mi confidò che aveva bisogno di soldi e io pensai bene di aiutarla».

 

Leggi anche > Propaganda Live, Rula Jebreal rifiuta l'invito: «L'unica donna? Non partecipo a questi eventi»

 

Le cose, però, non stavano proprio così. La donna che Roberto Angelini aveva assunto in nero, infatti, era stata fermata per dei controlli mentre faceva delle consegne a domicilio, in un periodo in cui il Lazio si trovava in zona rossa. Per quel motivo, successivi accertamenti avevano portato alla scoperta dell'assunzione non regolare della donna. E su Propaganda Live, oltre al caso di Rula Jebreal, si è abbattuta contemporaneamente anche la polemica per il post su Instagram del musicista di punta della Propaganda Orchestra.

 

Leggi anche > Rula Jebreal replica dopo le polemiche a Propaganda Live, nelle storie condivide e commenta la puntata

 

Due giorni dopo il primo post, Roberto Angelini era tornato a parlare del caso. «Ci tenevo davvero a ringraziarvi per l'affetto e il sostegno ricevuto. Ho scritto un post di pancia e forse avrei potuto evitarlo. Mi dispiace però leggere insulti verso la ragazza e mi rendo conto di essere in una posizione privilegiata» - scriveva il musicista su Instagram - «Ho sbagliato. E infatti pago. In tutto questo, a dimostrazione della mia coglionaggine, mi sono dimenticato che oggi sarebbe uscita una mia nuova canzone. Ho incasinato la giornata di tutte le persone che lavorano da mesi al mio progetto».

 

Leggi anche > Ludovico Tersigni è il nuovo conduttore di X Factor 2021. Alla guida al posto di Cattelan

 

Alla fine, oggi pomeriggio, Roberto Angelini ha pubblicato la foto della chitarra che viene riposta nella custodia. Un'immagine che preannuncia la sua assenza dalla puntata di domani sera di Propaganda Live. In molti, anche tra i fan di un musicista tra i più sottovalutati d'Italia, sono rimasti molto delusi per il comportamento e anche per la reazione avuta sui social. Molti, infatti, hanno risposto così all'annuncio del forfait di Roberto Angelini: «Dovevi riporre il telefono nella custodia, non la chitarra...».


Ultimo aggiornamento: Sabato 22 Maggio 2021, 08:33
© RIPRODUZIONE RISERVATA