Gomorra 4, Genny sbarca a Londra: «Il marcio ora è nella finanza»
di Donatella Aragozzini

Gomorra 4, anticipazioni. Genny sbarca a Londra: «Il marcio ora è nella finanza»

Il male non consoce confini. E così, nella quarta stagione di Gomorra – La serie, in onda dal 29 marzo alle 21.15 su Sky Atlantic e Sky Cinema Uno (nonché disponibile su Sky On Demand, Sky Go e NOW TV), la camorra non si limita a tenere sotto controllo Napoli ma si spinge all'estero, per la precisione a Londra, entrando nel mondo dell'alta finanza. È questa la realtà che fa da cornice agli affari del “nuovo” Genny (Salvatore Esposito), ancora una volta protagonista di una metamorfosi: l'ex figlio immaturo di Don Pietro, poi boss del clan dei Savastano, dopo che Ciro l'Immortale si è sacrificato per lui è diventato soprattutto un padre amorevole, reinventandosi imprenditore nella City.

Nei 12 episodi – di cui due diretti da Marco D'Amore, al suo esordio dietro la macchina da presa – il leit-motiv è perciò «il dualismo all'interno di Genny, che combatte contro tutti i demoni che ha dentro dalla prima stagione e che lo portano a voler cambiare vita per dare un futuro diverso a suo figlio e proteggere la sua famiglia – spiega l'attore – Alla morte di Ciro si rimbocca le maniche sapendo qual è il suo obiettivo. Anche se la vera definizione di Genny la si avrà alla fine». A sostenerlo, in quella che sembra una “redenzione” (ma sarà veramente così?) è la moglie, Azzurra (Ivana Lotito): un personaggio che emerge e si rafforza, così come quello di Patrizia (Cristiana Dell'Anna), ora reggente di Secondigliano. Come sottolinea Roberto Saviano, che definisce questa stagione «profondamente politica, l'economia sana non esiste e tutto è compromesso», le donne «continuano ad avere un ruolo, Patrizia e Azzurra crescono militarmente e strategicamente, mentre gli uomini sono bambini spersi». Di «spaesamento» parla anche Riccardo Tozzi, che produce la serie con la sua Cattleya, sottolineando come «i personaggi si trovano in situazioni e ambienti in cui non si sono mai trovati e sono quindi esposti a se stessi e ai propri sentimenti». Ma l'ingresso in scena di una nuova famiglia legata a Donna Imma, i Levante, cambia ancora una volta le carte in tavola: il clan capeggiato dal patriarca Gerlando (Gianni Parisi), che domina incontrastato nella Terra dei Fuochi controllando lo spaccio, gli appalti, i rifiuti tossici e la politica, avrà un ruolo di primo piano in una nuova guerra che finirà per coinvolgere tutti. Gettando le basi per l'evoluzione della storia che vedremo nella quinta stagione, già in scrittura, che avrà «qualcosa di veramente nuovo – anticipa Tozzi – una grande idea centrale che la giustifica ampiamente».
Ultimo aggiornamento: 09:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA