Giornata della memoria, Sky dedica una programmazione speciale al ricordo delle vittime dell’Olocausto

video
In occasione della Giornata della Memoria, l’annuale commemorazione internazionale delle vittime della Shoah celebrata il 27 gennaio, che cade quest’anno a 75 anni dalla liberazione del campo di Auschwitz, Sky propone una serie di contenuti e appuntamenti per non dimenticare, con anche una collezione dedicata disponibile on demand.

Sky TG24 dedicherà a questa ricorrenza un giorno di programmazione dedicata sabato 25 gennaio, con diversi appuntamenti nell’arco della giornata. Tra questi segnaliamo quello delle 20.30 “Avevo 12 anni”, uno speciale che racconta l’incontro tra Edith Bruck, scrittrice e poetessa deportata ad Auschwitz da bambina, e 130 studenti delle scuole medie dell’Istituto Comprensivo di via Pincherle di Roma. L’appuntamento, organizzato da Sky TG24 e introdotto dal direttore della testata all-news Giuseppe De Bellis, mette insieme memoria del passato e analisi del presente, con la scrittrice che ha portato la sua testimonianza ma soprattutto ha risposto alle domande di giovani studenti, che hanno oggi l’età a cui la scrittrice fu deportata.

Anche Sky Sport dedica una programmazione per documentare il periodo storico trascorso dagli ebrei negli anni trenta, intrecciando storia e sport.Tra questi ne citiamo alcuni.

In memoria di Erno Egri Erbstein, Federico Buffa incontra Susanna Egri, Presidente della Fondazione Egri per la Danza, per scoprire l’incredibile storia di suo padre, sopravvissuto con lei agli orrori delle persecuzioni ebraiche. Tra i temi anche il Grande Torino, la leggendaria squadra degli “Invincibili”, di cui Erno Egri Erbstein fu allenatore e con la quale venne colpito nella tragica fatalità del 4 maggio 1949. 

Lunedì 27 gennaio, invece, appuntamento alle 22.15, ritornerà il ciclo di #SkyBuffaRacconta. “FEDERICO BUFFA RACCONTA ARPAD WEISZ” tratterà la narrazione della storia del grande allenatore di Inter e Bologna deportato e ucciso ad Auschwitz nel gennaio del 1944. Una originale rilettura dello storyteller di Sky Sport, che trae origine dal libro “Arpad Weisz, dallo Scudetto ad Auschwitz”, scritto da Matteo Marani.

Su Sky Arte (canale 120 di Sky) lunedì 27 gennaio alle 21.15 sarà proposto in prima visione “Chi scriverà la nostra storia”. Il doc racconta la vicenda poco nota che coinvolse lo storico Emanuel Ringelblum. Nel novembre del 1940 450.000 ebrei vengono rinchiusi dai nazisti nel Ghetto di Varsavia. Un gruppo segreto di giornalisti, studiosi e leader della comunità ebraica decide di contrattaccare. Guidati da Ringelblum, conosciuto con il nome in codice “Oyneg Shabes”, i clandestini decidono di “sconfiggere” le menzogne naziste e la propaganda armati non di pistole e pugni ma di carta e penna. Scrivono, raccolgono, nascondono seppellendole migliaia di pagine. Ritrovate all’indomani della guerra, esse continuano a testimoniare ciò che è stato. Ora, per la prima volta, questa storia rivive in un documentario, scritto, prodotto e diretto da Roberta Grossman. “Chi scriverà la nostra storia” mescola gli scritti dell’archivio di Oyneg Shabes con nuove interviste, rari filmati d’archivio e ricostruzioni che ci trasportano all’interno del Ghetto e ci fanno scoprire le vite di questi coraggiosi combattenti della Resistenza che hanno sfidato il loro nemico omicida con l’arma suprema della verità rischiando la vita affinché il loro archivio sopravvivesse alla guerra e a se stessi.

Il doc sarà preceduto alle 21.10 da un cortometraggio che vede protagonista Liliana Segre: una produzione originale co-prodotta da Sky Arte e Zanichelli e girata al Memoriale della Shoah di Milano. Liliana Segre ha scritto per lo Zingarelli 2020 la Definizione d’Autore della parola “indifferenza”: nel video ci guida attraverso il luogo simbolo della deportazione degli ebrei verso i campi di concentramento e di sterminio raccontando quale sia per lei il significato di questa parola.


 
Ultimo aggiornamento: Venerdì 24 Gennaio 2020, 20:48
© RIPRODUZIONE RISERVATA