Alessia Morani e l'epic fail sui “banchi a rotelle per i ragazzoni delle superiori” a Stasera Italia

Alessia Morani e l'epic fail sui “banchi a rotelle per i ragazzoni delle superiori” a Stasera Italia

Una gaffe con i fiocchi. Le affermazioni della deputata del Pd Alessia Morani - e sottosegretaria di Stato al Ministero dello Sviluppo Economico -, ospite di Veronica Gentili a Stasera Italia, sui banchi a rotelle e sul numero (errato) dei tamponi effettuati ad ogni italiano, stanno facendo discutere sui social network. Insieme alla deputata democratica, gli altri ospiti della puntata della trasmissione di Retequattro erano il giornalista Augusto Minzolini, decano dei retroscena politici, Nino Cartabellotta presidente della fondazione Gimbe, e il direttore di Leggo Davide Desario.

 

Durante il corso della puntata, Alessia Morani, per difendere l'operato del governo, ha detto che  "in Italia sono stati processati oltre 18 milioni di tamponi gratuiti. Un italiano su 5 ha effettuato un tampone gratuito. L'Italia è uno dei paesi europei che in base alla popolazione ha effettuato più tamponi e quelli del servizio sanitario nazionale sono gratuiti. Un italiano su 5 che fa il tampone gratuito è un dato importante". Ma il dato riportato dalla Morani non è corretto. Infatti il dato di 18 milioni di tamponi si riferisce al numero totale di tamponi fatti; ed è ben noto che moltissime persone fanno e hanno fatto più di un tampone. Per esempio, fino a poco tempo fa, ogni malato per essere definito guarito doveva avere almeno due tamponi negativi. E proprio questo sia Minzolini, sia Desario hanno fatto notare: «Soltanto io - ha detto il direttore di Leggo - ho fatto 6 tamponi, per questo motivo il dato di un tampone ogni 5 italiani è totalmente sbagliato». 

 

E proprio su questo punto il Direttore di Leggo ha incalzato la Morani, criticando la scelta del governo di investire - disperdendo risorse - in cose non urgenti, come il bonus monopattino o i banchi con rotelle. Sarebbe stato preferibile, questa la tesi portata avanti da Desario, investire per migliorare il tracciamento e aumentare il numero dei tamponi per tenere sotto controllo la curva epidemiologica. 

 

La Morani, però, difendendo la scelta di investire risorse per comprare oltre due milioni e mezzo di banchi a rotelle, ha detto una cosa che è stata criticata da moltissimi sui social: «I due milioni e mezzo di banchi acquistati servono da almeno 10 anni. Fino a qualche tempo fa, i ragazzoni che vanno alle superiori e che devono stare seduti nei banchi dei piccoli, dal punto di vista ergonomico non ci possono stare. Per fortuna sono stati acquistati i banchi».

 

Insomma, come notato da Desario i "ragazzoni" - che oggi quei banchi non li usano, proprio perché l'emergenza Coronavirus ha costretto a chiudere le scuole in molte regioni, non potevano aspettare un anno in più, decidendo di destinare quelle risorse a cose più urgenti. 

 

Inutile dire che soprattutto questa risposta sui banchi a rotelle è divenuta subito virale sui social, di twitter in particolare, dove molte utenti si stanno scagliando contro le parole della sottosegretaria. 

 


Ultimo aggiornamento: Lunedì 16 Novembre 2020, 13:57
© RIPRODUZIONE RISERVATA