Mary Poppins, fallita la società del musical: addio rimborsi agli spettatori. Spariti i soldi dei ventimila biglietti venduti
di Ferro Cosentini

Mary Poppins, fallita la società del musical: addio rimborsi agli spettatori. Spariti i soldi dei ventimila biglietti venduti

World Entertainment Company S.r.l., società di produzione del musical Mary Poppins, è fallita. Lo spettacolo dedicato alla tata magica resa celebre dalla pellicola Disney, dunque, chiude definitivamente i battenti. La notizia arriva dal Tribunale di Modena: come si può leggere dal Portale dei Fallimenti (Fallimentimodena.com) tra le ultime procedure dichiarate, in data 27 febbraio 2020, World Entertainment Company Srl., con sede in via Val Padana 81 a Modena, spicca tra le società in fallimento.
Da Wec avevano promesso parole chiarificatrici, ipotizzando anche un rimborso per gli spettatori che avevano acquistato i ventimila biglietti dello show Mary Poppins, uno dei musical più amati di sempre, annunciato al Teatro Nazionale di Milano da fine gennaio a metà marzo, improvvisamente cancellato per problemi finanziari dopo un doppio successo di pubblico e critica nella stagione scorsa, tra Milano e Roma, capace di richiamare duecentomila spettatori. Ovviamente, la chiusura comunicativa da parte della società Wec è totale, mentre il portale di vendita biglietti TicketOne, contro cui l'Unione Consumatori, con il sostegno di Federconsumatori, aveva presentato un esposto all'Antitrust, resta fedele a quanto affermato a fine febbraio: cioè di aver «espletato ogni pratica per entrare in possesso delle somme necessarie al rimborso degli acquirenti». Ovviamente, senza successo.
Il presidente Wec Giorgio Barbolini, che aveva annunciato una dichiarazione pubblica, per il momento prosegue nella tattica del silenzio. Il curatore fallimentare ha preso in mano la pratica solo ieri, tecnicamente tutto dipenderebbe dall'attivo che la società dichiara all'atto di fallimento ma più di un indizio fa pensare che chi ha acquistato il biglietto di Mary Poppins non vedrà un euro di rimborso.
Navigando sul web è possibile scoprire che «l'ultimo bilancio depositato da World Entertainment Company S.r.l. nel registro delle imprese corrisponde all'anno 2018 e riporta un range di fatturato tra i sei e i trenta milioni di euro», e che «il fatturato di World Entertainment Company S.r.l. durante il 2018 è aumentato del 8,05% rispetto al 2016».
Sarebbe dunque il 2019 l'annus horribilis della società che, solo la stagione scorsa era riuscita a ottenere i diritti di Mary Poppins dalla Disney e da Cameron Mackintosh, il re dei produttori del West End, l'uomo che ha portato in scena titoli come Les Miserables e Phantom Of The Opera.

riproduzione riservata ®
Ultimo aggiornamento: Giovedì 5 Marzo 2020, 08:20
© RIPRODUZIONE RISERVATA