Madonna, rubato il nuovo album. Lei si infuria: stupro artistico, è come il terrorismo
di Antonio Bonanata

Madonna, rubato il nuovo album. Lei si
infuria: "Stupro artistico, come il terrorismo"

Superati i 50, pur di restare sulla cresta dell’onda di un successo planetario, Madonna fa di tutto per far parlare di sé. E non solo in occasione dell’uscita di un nuovo album o durante i concerti e le esibizioni che riserva ai fan di tutto il mondo.



Ecco l’ultima: una dichiarazione, resa tramite un post su Instagram, che è un duro attacco al mercato della musica pirata: la fuga di notizie su brani in uscita sono uno “stupro artistico” e una “forma di terrorismo”. Il riferimento è al suo prossimo album: rivolgendosi ad hacker che «cercano di distruggere il (suo) cammino artistico», la regina del pop si è scagliata contro chi l’ha «aggredita come essere umano e come artista». In realtà, nel post in cui si sfogava ha usato parole ben più forti. Parlando dei brani che faranno parte dell’album a cui sta lavorando, li ha definiti «anticipazioni premature, metà delle quali non saranno incluse nella raccolta, mentre l’altra metà è già stata modificata e migliorata».



Tra le violazioni, ci sarebbe anche del materiale grafico, secondo cui il disco si dovrebbe intitolare “Iconic”. Altre indiscrezioni, invece, dicono che il nome dell’album si saprà dopo il lancio del primo singolo, “Unapologetic bitch”, nel cui video dovrebbe esserci anche Nicky Minaj. I titoli di altre canzoni sarebbero “Messiah”, “Revolution”, “Bitch, I’m Madonna”, che - a quanto si dice - conterrà parti del singolo dell’83 “Lucky Star”. Intanto Guy Oseary, il manager di Ms Ciccone, subito dopo lo sfogo dell’artista, ha lanciato un appello per scoprire i responsabili del “furto”.



L’uscita del 14° album è attesa per il 2015 e Madonna si sta avvalendo della collaborazione di Ariel Pink, Avicii e Natalia Kills per l’incisione dei brani che ne faranno parte. A dispetto di quanti parlavano già di una star in declino, che non riusciva più ad attirare masse di fan in delirio, basti ricordare che il tour della sua ultima fatica (MDNA, uscito nel 2012) ha toccato uno dei più grandi record d’incassi della sua trentennale carriera, rilanciandola come unica e imbattibile regina del pop, soprattutto da quando un’agguerrita competitor come Lady Gaga vuole rubarle lo scettro. E mentre Miss Germanotta si da’ al jazz con Tony Bennet (saranno anche a Perugia il prossimo luglio durante il tradizionale appuntamento estivo di Umbria Jazz), Madonna Ciccone si prepara a un altro anno di successi.
Giovedì 18 Dicembre 2014, 17:38