JAx e la lite con Fedez: «Non mi sento un traditore. Dopo la separazione una serie di piccole sfighe»

“Non mi sento un traditore e su quella questione nello specifico non risponderò mai, perché voglio si parli di me per la musica”, non è certo passata inosservata la separazione artistica fra JAx e Fedez. Il sodalizio, con musica e casa di produzione (Newtopia), è finito e ora il rapper, tornato sulle scene col nuovo album “ReAle”, aggiunge qualche particolare sulla fine dell’amicizia.

Leggi anche > Grande Fratello Vip, Valeria Marini furiosa dopo gli insulti ricevuti


 
In un'intervista Fedez ha raccontato che l’ex socio è "sparito" (“La cosa mi è scivolata addosso e non ho niente da dire, anzi meglio se mi fate passare per il cattivo della situazione”), ma dopo la separazione Jax confessa che su di lui si sono abbattute diverse “disgrazie”: “Quando sono uscito dalla società Newtopia - ha raccontato a “Il Fatto quotidiano” - ho avuto una serie di piccole sfighe tanto che, ad un certo punto, ho pensato di avere la nuvoletta della sfiga di Fantozzi sulla testa. Ho subito un controllo della Guardia di Finanza che poi si è risolto bene, con un nulla di fatto. Ma in quel momento pensi di tutto. Poi sono arrivate ‘Le Iene’ per un servizio, poi non andato mai in onda, sulla qualità della Maria Salvador, la cannabis legale di cui sono testimonial. Praticamente un’azienda concorrente della Maria Salvador aveva messo in dubbio la qualità del prodotto. Per fortuna, dopo le analisi, è rientrato tutto perché erano accuse false. In quel momento ero pieno dei casini e pensavo ‘questo è il destino che me la sta facendo pagare’. Vivo, come tanti miei colleghi, il complesso dell’impostore”.



La vicenda è raccontata nella canzone “Quando piove diluvia”: “Racconta esattamente quello che è successo dopo la separazione artistica da Fedez. Io ho una grande paura, è una costante della mia vita. Non importa quanti anni di carriera hai alle spalle, succede sempre che si possa perdere tutto, da un momento all’altro, per un errore o per un incidente… È un attimo. Aumenta il successo e aumenta la mia paura, la paura di perdere il futuro”.


 
Ultimo aggiornamento: Giovedì 23 Gennaio 2020, 22:03
© RIPRODUZIONE RISERVATA