2 giugno, centrodestra in corteo a Roma. Salvini: «Qui per gli italiani dimenticati»

2 giugno, centrodestra in corteo a Roma. Salvini: «Qui per gli italiani dimenticati»

Nel giorno della Festa della Repubblica, il corteo del centrodestra si è radunato in Piazza del Popolo a Roma ed è partito in direzione via del Corso: presenti Giorgia Meloni e Matteo Salvini, a cui in tanti si sono avvicinati per chiedere un selfie, nonostante l'invito degli organizzatori a mantenere le distanze. Molti dei militanti presenti sono senza mascherina.

Leggi anche > Altro che distanziamento: in centinaia accalcati attorno a Salvini e senza mascherine

Alla testa del serpentone con l'enorme striscione tricolore ci sono proprio Salvini, Meloni e Tajani, con centinaia di militanti che si accodano tra inviti a mantenere le distanze (spesso disattesi, dato che il distanziamento sociale è minimo e in tanti sono accalcati) e slogan 'libertà-libertà '.
«Conte, Conte vaff...», poi l'inno di Mameli: la manifestazione «simbolica» del centrodestra si è trasformata in un «minicorteo», con slogan anti-governativi e canti. 

SALVINI: "QUI PER GLI ITALIANI DIMENTICATI" «Capisco la voglia e la rabbia, ma dobbiamo costruire un percorso che porti l'Italia lontano senza dover aspettare aiuti esterni che tanto non arrivano», le parole di Matteo Salvini. «Siamo qui a nome degli italiani dimenticati in questi mesi e discriminati, c'è un pregiudizio nei confronti del privato, lavoratori autonomi e liberi professionisti, invece non ci possono essere lavoratori italiani dimenticati», dice ancora. «Trasformiamo queste proposte in emendamenti e suggerimenti al governo».
 
 

MELONI: ANCHE 25 APRILE NON ERA IN SICUREZZA «Sono felicissima che con questa manifestazione la sinistra abbia scoperto che il 2 giugno è anche la nostra festa e abbiamo il diritto di manifestare anche noi in sicurezza. Stiamo facendo del nostro meglio per metterla in sicurezza ma vi segnalo che anche quando hanno fatto la manifestazione del 25 aprile non era in sicurezza». Così la leader di Fratelli d'Italia, Giorgia Meloni, a margine della manifestazione del centrodestra a Piazza del Popolo e lungo Via del Corso, seguita da centinaia di persone senza alcun rispetto della distanza di sicurezza. «Per noi c'è sempre una buona scusa per non manifestare mai. Ma il centrodestra esiste e farà le sue manifestazioni». 

«Questa di oggi è una giornata di speranza e di voglia di riscatto, di tanti italiani che avrebbero voluto essere in piazza con noi oggi e non ci sono perchè noi abbiamo detto che sarà luglio il momento per essere davvero in tanti. La partecipazione di oggi su una manifestazione che doveva essere simbolica dimostra che la gente ha voglia di partecipare e che c'è un disagio sociale che il governo sta sottovalutando». «Non si può sempre derubricare tutto con etichette inutili: noi vediamo tante manifestazioni in questi giorni, e forse perchè c'è un disagio che non va sottovalutato. Noi - conclude - non lo sottovalutiamo». 
Ultimo aggiornamento: Martedì 2 Giugno 2020, 17:13
© RIPRODUZIONE RISERVATA