OGGI INCONTRO CON FIGLIUOLO

OGGI INCONTRO CON FIGLIUOLO

Lorena Loiacono
Gli studenti tornano in presenza: la scuola dunque riparte ma i vaccini sui docenti si fermano. Sindacati all'attacco: «Assurdo, vaccinate tutti e attenzione alla maturità». Oggi rientrano a scuola oltre 6,5 milioni di alunni, vale a dire circa 8 su 10 rispetto agli 8,5 milioni totali e ben un milione in più rispetto a quelli rientrati la scorsa settimana. La vera scommessa, ora, è la sicurezza e far sì che non accada quanto accaduto tra febbraio e marzo quando la scuola fu costretta a chiudere quasi in tutta Italia. Ma proprio adesso si fermano le vaccinazioni sul personale scolastico: la struttura commissariale di Figliuolo oggi incontrerà i sindacati. Chi ha avuto la prima dose Astrazeneca farà anche la seconda ma a tutti quelli che hanno l'appuntamento della prima dose verrà cancellata la data. Aspetteranno il loro turno in base all'età. «Se vogliamo riaprire gli istituti in sicurezza, il personale scolastico va vaccinato tuona Maddalena Gissi, segretaria Cisl Scuola assurdo fermare le dosi. E chiediamo di programmare una campagna mirata: chi ha fatto la prima dose a marzo avrà la seconda a giugno: ma a metà giugno ci sono gli esami di terza media e di maturità. Con gli effetti collaterali i docenti potrebbero assentarsi, sarà il caos». Nel mese di marzo, con la prima dose, sono state tante le assenze tra il personale scolastico alle prese con febbre e dolori muscolari, per due o tre giorni. Se dovesse accadere con la seconda dose andrebbero in tilt gli esami di Stato.

Ultimo aggiornamento: Lunedì 12 Aprile 2021, 05:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA